In due arrivano su una motocicletta davanti una filiale bancaria in via Pico della Mirandola, a Roma. Indossano una parrucca, un paio di occhiali da sole ed entrano nell’istituto bancario per tentare il colpo. Ma il pronto intervento delle forze dell’ordine, grazie alla segnalazione dell’istituto di vigilanza della banca, ha evitato che la rapina finisse in tragedia: due cittadini romani, di 50 e 53 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati e ora devono rispondere delle accuse di tentata rapina in concorso, ricettazione, sequestro di persona e porto abusivo di arma da sparo con matricola abrasa.

La vicenda

Nella mattinata di ieri, i due malviventi, indossando parrucche, cappelli e occhiali da sole per eludere la loro identificazione, sono entrati nella filiale e, sotto la minaccia di una pistola, hanno preso in ostaggio il direttore e immobilizzato i dipendenti con delle fascette di plastica. Sentendo le sirene delle volanti della Polizia e dei Carabinieri, i rapitori hanno tentato di darsi alla fuga.

Gli agenti, arrivati sul posto, hanno subito fermato all’esterno dell’istituto il 50enne, armato di pistola Beretta calibro 380, con colpo in canna, mentre altri poliziotti sono entrati  nell’istituto bancario e, dopo aver immobilizzato e fermato l’altro rapinatore, hanno liberato e messo in sicurezza le persone tratte in ostaggio. Il 53enne è stato trovato in possesso di una pistola giocattolo priva del tappo rosso.

L’arresto

Dopo il colpo fallito i due sono stati stati portati al carcere di Velletri, dove attenderanno un processo per direttissima.

Nel corso dell’operazione, Carabinieri e Polizia hanno sequestrato la pistola Beretta modello 34 calibro 380 con matricola abrasa, diversi proiettili e caricatori, e la pistola giocattolo priva del tappo rosso, 11 fascette in plastica da elettricista a carico del 53enne, e le parrucche utilizzate per il travestimento.

Anche la motocicletta con cui i due sono arrivati davanti la sede della banca, una Yamaha “X Max” è stata sequestrata e, dai successivi accertamenti, è emerso che è stata rubata: per il mezzo era stata sporta denuncia di furto presso il Comando Stazione Carabinieri di Roma Cinecittà dal proprietario, 67enne romano.

 

Redazione