L’Unità di Crisi Covid 19 della Regione Lazio comunica che: “I sistemi sono tutti disattivati compresi tutti quelli del portale Salute Lazio e della rete vaccinale”. Un attacco hacker, da quanto si apprende, ha mandato in tilt il sito della Regione Lazio. Ad annunciarlo è l’Unità di Crisi Covid 19 della Regione Lazio con una nota: “È in corso un potente attacco hacker al ced regionale. I sistemi sono tutti disattivati compresi tutti quelli del portale Salute Lazio e della rete vaccinale.

Inoltre nella nota si legge che sono in corso tutte le operazioni di difesa e di verifica per evitare il protrarsi dei disservizi. Le operazioni relative alle vaccinazioni potranno subire dei rallentamenti. Ci scusiamo per il disagio indipendente dalla nostra volontà”. Non molti giorni fa dopo l’annuncio del premier Draghi sull’introduzione del green pass dal 6 agosto, l’assessore regionale alla salute D’Amato aveva annunciato che il boom di richieste di prenotazioni per il vaccino il sito era andato in tilt.

La nota è arrivata anche sui canali social della Regione. Il post ha subito fatto il pieno di commenti degli utenti: “Mi auguro che individuati i responsabili, non si risolvi, come al solito in Italia, a tarallucci e vino”, “Io ho fatto il vaccino stamattina spero di poter essere registrata. Non c’erano gli elenchi di chi aveva l’appuntamento è stato il caos!”, e ancora chi si preoccupa per l’arrivo del certificato verde “Se il green pass non ci verrà rilasciato nei tempi previsti, noi vaccinati abbiamo il diritto di entrare con il certificato vaccinale: non vogliamo sentire scuse, grazie!”.

Riccardo Annibali