Per otto ore è rimasto lì sotto, intrappolato a circa sei metri di profondità, nel tunnel scavato abusivamente in via Innocenzo XI. È stato estratto vivo intorno alle 20:00 di oggi uno dei membri di quelli che si ipotizza possa essere una banda del buco. Malviventi in azione che avrebbero provato a scavare un passaggio sotterraneo – non c’è la certezza ma è l’ipotesi più sostenuta e rilanciata dai media. In tre sono stati fermati dai carabinieri, l’uomo intrappolato e salvato è stato trasportato da un’ambulanza Ares 118 al Policlinico Gemelli.

La zona nelle ultime settimane è stata colpita da diversi furti in appartamenti. Il tunnel sarebbe stato scavato a partire da un negozio sfitto. Repubblica scrive che erano presumibilmente quattro i membri della presunta banda. “Aiutatemi, tiratemi fuori, vi prego!”, le urla dell’uomo rimasto intrappolato per ore. È stato alimentato con liquidi e assistito con una bombola d’ossigeno. E una volta salvo ricoverato con prognosi riservata.

È un 35enne, rimasto presumibilmente intrappolato, sepolto vivo sotto le macerie, dopo che il pavimento del negozio è sprofondato, e lo ha travolto. Gli altri tre hanno allertato i soccorsi e appena fuori, usciti da un tombino, sono stati intercettati dai militari della compagnia Trastevere. Tutti sono stati trasportati in caserma, tutti hanno precedenti. Altre persone potrebbero essere state nel locale nei momenti immediatamente precedenti all’incidente. E fuggite quando la situazione è precipitata.

L’incidente si è verificato questa mattina intorno alle 11, il traffico è rimasto chiuso per ore. Risulta che il locale fosse stato preso in affitto da quattro persone, due romani e due campani, con precedenti per droga e reati contro il patrimonio. Avrebbero dovuto aprire una non meglio specificata attività commerciale. Si ragiona anche di lavori di ristrutturazione, forse clandestini, nell’esercizio commerciale chiuso al pubblico da qualche tempo.

I nuclei speciali dei vigili del fuoco Saf e Usar, con il Gos, i Gruppi operazioni speciali sono stati impegnati per oltre otto ore, una corsa contro il tempo durante la quale è stata sventrata parte della strada, utilizzata una ruspa. I pompieri hanno anche scavato a mani nude. Sul posto è intervenuto anche un supporto psicologico per l’uomo. Gli investigatori al momento non escludono alcuna pista. In zona sono presenti banche e un ufficio postale.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.