Sono 412 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore su un numero di tamponi, poco più di 40mila, ancora al di sotto della media delle scorse settimane che si aggirava sulle 55-60mila unità. Crescono i contagi che complessivamente raggiungono quota 251.237 dall’inizio dell’emergenza. E’ quanto emerge dal bollettino diffuso dal ministero della Salute.

In lieve aumento il numero delle vittime: 6 in più che portano il totale a 35.215. Le persone guarite sono 202.461; le persone ricoverate con sintomi sono 801 (+22 su ieri), cui si aggiungono i 49 (+3) in terapia intensiva; le persone in isolamento domiciliare sono al momento 12.711 (+168). Per un totale di attualmente positivi pari a 13.561.

Nel dettaglio per regioni, è la Sicilia a segnare il numero maggiore di nuovi casi, sono 89 (64 registrati solo nell’hotspot di Pozzallo); segue la Lombardia con 68, quindi il Veneto con 65, Piemonte con 26, Campania e Lazio con 23, Sardegna 20, Emilia-Romagna 19. Nessun nuovo caso in Molise e Valle d’Aosta.

 

LOMBARDIA –  I nuovi casi positivi al Coronavirus in Lombardia sono 68 (di cui 9 ‘debolmente positivi’ e 10 a seguito di test sierologico); nessun decesso per il quarto giorno consecutivo, con il bilancio dei morti stabile a 16.833. I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono stati 4.537, totale complessivo 1.379.246. I pazienti guariti/dimessi sono 74.605 (+ 101), di cui 1.415 dimessi e 73.190 guariti; quelli in terapia intensiva 10 (+1); i ricoverati non in terapia intensiva 160 (+10).  I nuovi casi per provincia: Milano 21, di cui 12 a Milano città; Bergamo 2; Brescia 14; Como 3; Cremona 1; Lecco 1; Lodi 0; Mantova 10; Monza e Brianza 6; Pavia 1; Sondrio 1; Varese 6.

SARDEGNA –  Sono 1.461 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 20 nuovi casi, 12 nella provincia del Sud Sardegna e 8 nella provincia di Sassari. Resta invariato il numero delle vittime, 134 in tutto. In totale sono stati eseguiti 114.271 tamponi. I pazienti ricoverati in ospedale sono 6, nessuno in terapia intensiva, mentre 76 sono le persone in isolamento domiciliare. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.240 pazienti guariti, più altri 5 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 1.461 casi positivi complessivamente accertati, 271 sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 147 (+12 rispetto al dato di ieri) nel Sud Sardegna, 61 a Oristano, 84 a Nuoro, 898 (+8).

EMILIA-ROMAGNA –  Dall’inizio della pandemia di Covid-19, in Emilia-Romagna si sono registrati 30.179 casi di positività, 19 in più rispetto a ieri, di cui 13 sintomatici. Dei 19 nuovi casi, più della metà (10) erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, poiché individuati nell’ambito di focolai già noti. I 7 asintomatici sono stati individuati grazie al tracciamento dei contatti (3 casi), ai test sulle categorie lavorative più a rischio (2) e ai controlli regionali di screening (1 caso). Nel complesso, sono in totale 7 i positivi collegati a vacanze o rientri dall’estero: per chi viaggia dai Paesi extra Schengen la Regione ha già previsto due tamponi naso-faringei durante l’isolamento fiduciario, e sono in arrivo ulteriori misure preventive per chi ritorna dai paesi, anche europei, dove i contagi sono più in crescita.  Per quanto riguarda la situazione nelle province, i numeri più elevati si registrano nella provincia di Bologna, con 11 casi, di cui sette sintomatici. Nel dettaglio si tratta di 4 rientri dall’estero (uno dagli Usa, due giovani che avevano trascorso le vacanze a Pag in Croazia, una persona di ritorno dall’Albania), 4 casi riconducibili a focolai familiari (di cui tre asintomatici), un positivo attributo a focolaio in un centro semi-residenziale per minori, un lavoratore nel settore della logistica intercettato dall’attività di screening regionale e infine un contagio classificato come sporadico. Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione. I tamponi effettuati ieri sono 5.900, per un totale di 737.749 A questi si aggiungono anche 1.431 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 1.790 (uno in meno di ieri). Purtroppo si registrano due nuovi decessi, entrambi in Romagna: uno a Ravenna e uno a Rimini. Il numero totale sale dunque a 4.298. Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 1.710 (+2 rispetto a ieri), circa il 95% dei casi attivi. Restano 4 i pazienti in terapia intensiva, mentre sono 76 (-3) i ricoverati negli altri reparti Covid. Le persone complessivamente guarite salgono a 24.091 (+18 rispetto a ieri): 92 ‘clinicamente guarite’, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 23.999 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.677 a Piacenza, 3.809 a Parma (+1, sintomatico), 5.178 a Reggio Emilia (+3, di cui 1 sintomatico), 4.200 a Modena (+2, sintomatici), 5.387 a Bologna (+11, di cui 7 sintomatici); 437 casi a Imola, 1.103 a Ferrara, 1.189 a Ravenna, 999 a Forlì, 850 a Cesena (+1, sintomatico) e 2.350 a Rimini (+1, sintomatico).