Era scesa in strada per gettare la spazzatura quando è stata raggiunta da una scheggia all’altezza del sopracciglio destro. Si tratta di una 52enne residente a Roma ma tornata a Mugnano di Napoli, comune a nord della città, per trascorrere il Capodanno insieme all’anziana madre.

In un primo momento si era pensato a un proiettile vagante, ma i successivi accertamenti fanno pensare piuttosto a una scheggia, frutto dell’esplosione di un botto.

La donna – secondo quanto ricostruito dai carabinieri – era scesa in strada per depositare nei cassonetti la spazzatura quando ha avvertito un forte bruciore tra il naso e il sopracciglio destro. Inizialmente è stata trasportata all’ospedale San Giuliano di Giugliano, per poi essere trasferita a Napoli all’ospedale Cardarelli.

La tac nell’ospedale di Giugliano ha mostrato che nella zona dei turbi nasali vi era un frammento metallico di 17 millimetri.  Gli altri feriti hanno avuto tutti prognosi tra i 7 e i 20 giorni, soprattutto per ferite alle mani.

https://video.ilriformista.it/capodanno-a-napoli-lo-spettacolo-dei-fuochi-d-artificio-CKKk1DdeUk

È stata una notte di San Silvestro relativamente tranquilla quella registrata al Cardarelli di Napoli. Sono stati infatti 8 i feriti che hanno avuto bisogno di ricorrere al pronto soccorso del Cardarelli durante questa notte di festeggiamenti. Tra i casi più seri, i chirurghi ortopedici del Cardarelli hanno ricostruito la mano a un clochard, dopo che la stessa era stata devastata da un petardo.

I dati disegnano insomma una situazione ben più leggera degli anni passati, mettendo in evidenza una riduzione dei traumi legati ad esplosioni e ustioni, ma soprattutto l’assenza quasi totale di accessi legati all’abuso di alcol da parte dei giovanissimi. Complice la chiusura delle discoteche e dei locali della movida, non si sono registrati infatti ricoveri legati a coma etilico. Fenomeno divenuto negli ultimi anni estremamente preoccupante.

AVELLINO – Lo scoppio di un petardo ha causato il ferimento di un ragazzo di 16 anni a Solofra, in provincia di Avellino. Lo conferma la questura, sul caso sta indagando la polizia. Il ragazzo è rimasto ferito in maniera seria alla mano sinistra e all’occhio destro, ed è stato trasportato all’ospedale Pellegrini di Napoli, dove sarà operato.

Giornalista professionista, nato a Napoli il 28 luglio 1987, ho iniziato a scrivere di sport prima di passare, dal 2015, a occuparmi principalmente di cronaca. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa, ho frequentato la scuola di giornalismo e, nel frattempo, collaborato con diverse testate. Dopo le esperienze a Sky Sport e Mediaset, sono passato a Retenews24 e poi a VocediNapoli.it. Dall'ottobre del 2019 faccio parte della redazione del Riformista.