È stata una notte di follia pura quella a Luserna San Giovanni, nel torinese. Ancora una volta la vittima è una donna, Carmen De Giorgi, 44 anni, originaria del Salento, che da anni risiede a Luserna. Ancora una volta a brandire l’arma, un coltello con una lama di 30 cm è stato un uomo, Hounaifi Mehdi, 34enne di origini marocchine. L’uomo ha tentato la fuga ma è stato arrestato poco dopo dai carabinieri. L’ennesima violenza su una donna. Stavolta sotto gli occhi di tutti.

Carmen De Giorgi, dipendente di una azienda di acque minerali era separata e con una figlia adolescente. Quella sera era al bar con le amiche quando intorno all’1.30 Hounaifi Mehdi, 34enne disoccupato in regola con i documenti ha tirato fuori il coltello e ha aggredito la donna. Per tentare la fuga poi si è accanto anche contro le amiche, ferendole. Poi è scappato.

Secondo le testimonianze raccolte dai militari della compagnia di Pinerolo e riportate dall’Ansa, poco dopo l’una e mezza l’uomo ha raggiunto il bar ‘Primavera’ di via Primo Maggio, dove la vittima si trovava in compagnia delle amiche, e si è seduto allo stesso tavolo. Gli inquirenti stanno cercando di capire se si conoscessero vittima e aggressore, che ha incominciato a molestare le tre donne e, in particolare, la De Giorgi, che dopo aver respinto le attenzioni dell’uomo si è alzata per uscire e tornare a casa.

È a questo punto che Hounaifi Mehdi ha impugnato un coltello con una lama lunga 30 centimetri e ha colpito numerose volte la vittima. Per guadagnarsi la fuga, ha poi ferito le altre due donne. La proprietaria del bar Primavera, sconvolta per l’accaduto, ha detto al Corriere: “Mentre feriva Carmen col coltello lui urlava ‘tanto sono marocchino, Allah mi protegge’”. I carabinieri, chiamati dal barista, hanno intercettato Mehdi a cento metri dal locale, dopo che si era liberato del coltello nascondendolo dietro ad una macchinetta delle sigarette.

“Ciao fragile Carmen su questa terra, la vita non è stata facile con te spero che ora la tua anima troverà pace. Non ti curar di loro guarda e passa che ne sanno gli altri che giudicano a priori senza sapere nulla quando nasciamo, pare che ognuno di noi abbia già scritto il suo libro”. E’ l’ultimo saluto che un’amica di Carmen De Giorgi, la donna uccisa questa notte a Luserna San Giovanni, nel Torinese, ha lasciato su Facebook alla donna. “Nessuna merita una fine del genere, mi dispiace tanto per te e per tua figlia, il tuo sorriso e i tuoi occhioni dolci rimarranno per sempre nel mio cuore, fai buon viaggio”, scrive un’altra amica della vittima.

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.