Negli ultimi anni nuove imprese, nuovi lavori, prendono vita a partire dai social. Uno di questi mestieri 4.0 è quello dell’influencer. Persone che usando la propria immagine, che diventa un vero e proprio brand, promuovono attività o oggetti sui social semplicemente facendosi foto e video che poi postano su Facebook, Instagram e, diventato più famoso recentemente, TikTok. Fondamentale in questo tipo di impresa è il numero di follower di cui si riesce a catturare l’attenzione e l’interazione. Una di queste influencer è Annarita Esposito, 21 anni, napoletana diventata molto popolare soprattutto su TikTok dove ha superato i due milioni di follower.

Inizialmente l’influencer è diventata famosa per i video fatti insieme al fidanzato Giuseppe Morra, anche lui influencer, in cui proponevano simpatici siparietti sulla vita di coppia. Ma da come sembrerebbe dai social la storia tra i due sarebbe arrivata al capolinea e si sarebbero lasciati. Ma il successo di Annarita prosegue. “A 21 anni mi reputo di essere tanto realizzata, ancora non devo arrivare al picco della realizzazione ma a 21 anni guadagnare 30/40mila euro al mese, essere indipendente già da quando avevo 16 anni, vivere a Dubai,…”, ha detto in un suo recente video.

Queste affermazioni nel giro di poche ore hanno scatenato tante reazioni sui social, tra apprezzamenti e critiche, tanto da costringerla a rispondere, sempre tramite una diretta: “Vi applicate su di me, che io ne guadagno solo 30mila, che sono tantissimi, ma ci sono delle ragazze italiane che conoscete che guadagnano anche 100mila euro al mese”.

Annarita è impegnata con il progetto “OnlyFans”. È stata lei stessa a spiegare di cosa si tratta nel corso di una diretta: “E’ come una specie di calendario, di quelli che una volta facevano i personaggi famosi, come Belen, Michelle Hunziker, una decina di anni fa nude. Quello che dico sempre alle mie amiche, perché così chiamo le ragazze che lavorano con me su OF, è un calendario di 10 anni fa”. In realtà Annarita dai commenti dei suoi follower non mostra mai foto di nudi integrali.

Nella valanga di commenti alle affermazioni di Annarita ci sono anche alcuni esperti di marketing che hanno spiegato come funziona il mondo degli influencer. “Vi spiego alcune piccole verità – spiega Cicigarl, imprenditrice, creator digitale ed esperta di marketing – Se veramente bastasse la foto di un paio di seni per riuscire ad essere multimilionari probabilmente lo saremmo molti di noi. Le attività che vengono svolte sul digitale, anche quelle che riguardano i contenuti per adulti, sono attività estremamente complicate da portare avanti. Proprio per riuscire ad arrivare a certi numeri c’è anche la necessità di creare delle vere e proprie strategie digitali. Ovvero tutte le attività di promozione che devono essere svolte, telegram, i social, i vari gruppi, la capacità di non essere bannati da instagram”.

L’esperta spiega tutto il lavoro che c’è dietro gli influencer: “Ragazze, ragazzi, solamente una piccolissima percentuale di persone che fanno questo lavoro arrivano a questo tipo di introiti. Trenta quarantamila euro al mese è stando alle stime quanto una persona mediamente guadagna in un anno se gli va bene in Italia, molta gente guadagna molto meno. Tutto questo ha fatto arrabbiare il pubblico di TikTok. Ragazzi e ragazze hanno iniziato a buttare i libri in aria dicendo ‘basta da questo momento in poi anche io inizio a vendere foto sexy su OF e svolto la mia vita così’. Ma la modalità di chi si arrabbia è classica delle persone che probabilmente successo nella vita non ce lo avranno mai. Io personalmente non guadagno quelle cifre al mese però se vedo che una ragazza a 21 anni, anche facendo un lavoro molto diverso dal mio, è in grado di avere successo mi congratulo con lei.

E mette in guardia il pubblico dei social dal credere che questo tipo di attività porti guadagni facili: “I moralismi lasciano il tempo che trovano perché la maggioranza delle persone che conosco probabilmente manderebbero foto osè anche per cifre estremamente più basse. Da esperto di marketing mi colpisce che la maggioranza delle persone ignori le difficoltà che ci sono dietro questi tipi di lavori. Non parlo delle difficoltà di farsi foto alle parti intime ma di quelle difficoltà riguardanti la promozione di una propria attività. Nel momento in cui si fa questo tipo di attività si diventa imprenditori di se stessi. Che sia fare OF, l’avvocato il medico o il libero professionista, ci sono tutta una serie di attività che devono essere svolte, una serie di attività di marketing e budgeting che devono essere spese. Oltre a tutto un tempo che deve essere speso al fine di farsi conoscere sul proprio mercato di riferimento e farsi apprezzare. Come tutti i professionisti solamente una piccola parte dell’iceberg ha questo tipo di successo all’interno del proprio settore di riferimento, la maggioranza non si avvicina nemmeno lontanamente ad alcune cifre. Questo non riguarda solo OF ma tutti i settori di riferimento. Annarita come tantissimi personaggi pubblici ha ‘sfruttato’ il suo pubblico di riferimento al fine di poter remunerizzare con la sua immagine. Dunque nella vita si può fare tutto però pensare di postare una foto e guadagnare trentamila euro al mese è un po’ utopico”.

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.