Si è chiusa l’edizione numero 104 del Giro d’Italia e a vincere è stato Egan Bernal. Il ciclista colombiano ha trionfato davanti a Damiano Caruso. Dopo aver vinto il Tour de France nel 2019, Bernal ha conquistato anche la Corsa Rosa. Il corridore classe 1997 nato a Zipaquirá, è professionista dal 2016 e si è sempre fatto notare per le sue caratteristiche da scalatore puro. Dopo aver corso per Androni agli esordi e poi è passato a Sky, con cui ha vinto la “Grande Boucle” nel 2019. Oggi corre per il team Ineos Grenadiers.

Bernal era un appassionato di ciclismo fin da bambino ed è riuscito a tramutare questa passione in lavoro grazie al direttore sportivo Gianni Savio, che lo fece esordire tra i professionisti nella sua Androni Giocattoli. Il talento era evidente e dopo due stagioni passò al Team Sky per fare il salto di qualità. Lo hanno soprannominato il “Messi del ciclismo” ed è sempre stato considerato un predestinato, anche perché è nato lo stesso giorno di Marco Pantani.

Oggi ha coronato uno dei suoi sogni, ovvero vincere il Giro d’Italia e ai microfoni di Rai Sport ha dichiarato: “La maglia rosa è speciale, il Giro è la corsa più bella nel paese più bello. E vincere così mi lascia senza parole. È ancora difficile credere quello che sta succedendo. Ho appena vinto il Giro, non ho parole. Dentro ho tante emozioni, dopo quello che è successo in questi due anni, ho superato i problemi vincendo il mio primo Giro. Ho vinto dando spettacolo? Questo Giro non lo potrò dimenticare per tante cose, dalla prima tappa che ho vinto, facendo scatti, prendendo abbuoni e facendo sprint anche in pianura. Questo sono io, è il ciclismo che mi piace. Ho trovato quella libertà per poter correre come mi piace, vincere così è speciale”.

L’ultima tappa del Giro d’Italia, una cronometro individuale di 30.3 km partita da Senago con traguardo in Piazza Duomo a Milano, ha visto imporsi Filippo Ganna.

La classifica finale del Giro d’Italia 2021:

1. Egan Bernal
2. Damiano Caruso +1’29”
3. Simon Yates +4’15”
4. Aleksandr Vlasov +6’40”
5. Daniel Martinez +7’24”
6. Joao Almeida +7’24”
7. Romain Bardet +8’05”
8. Hugh John Carthy +8’56”
9. Tobias Foss +11’44”
10. Daniel Martin +18’35”

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.