La 22enne Malika Chalhy, originaria di Castelfiorentino, in provincia di Firenze, è diventata protagonista di un caso doloroso che sta avendo enorme attenzione mediatica. E’ stata brutalmente cacciata di casa dai propri genitori, con i quali ha sempre avuto un buon rapporto. Almeno fino al suo coming out: Malika è lesbica. Lo scorso gennaio i suoi genitori non le hanno più aperto la porta di casa. A suo favore si sono esposti anche personaggi noti del mondo dello spettacolo.

Malika si è innamorata di una ragazza e a “causa” di questo amore da gennaio ormai non ha più un tetto sotto il quale dormire. I genitori si sono rifiutati di ridarle anche i vestiti lasciandola completamente sola, senza neanche una maglietta di ricambio. Nel tentativo disperato di ottenere qualcosa da indossare, Malika si è presentata sotto casa scortata dalle forze dell’ordine. Ma una volta bussato alla porta di casa, la mamma si è affacciata alla finestra e ha esclamato davanti al carabiniere: “Io non conosco questa persona“.

Malika si descrive come una ragazza sensibile e caparbia, attaccata molto alla famiglia. Da sempre ha avuto un ottimo rapporto con i genitori, specialmente con la mamma e non si aspettava assolutamente una reazione del genere da parte della famiglia che, come ha detto alle telecamere de Le Iene, si è sempre fatta in quattro per lei. Malika, durante l’adolescenza, è stata anche fidanzata con un ragazzo, ma durante una festa ha incontrato quella che oggi è la sua attuale ragazza. Da subito ha capito di provare un sentimento diverso. Le due sono fidanzate dalla notte del 27 agosto, quando su una panchina si sono dichiarate il loro amore. Essendo ormai una coppia di fatto, era arrivato il momento per Malika di rivelare a tutti i suoi affetti di essersi innamorata di un’altra ragazza.

La prima persona con la quale ha fatto coming out è la sua migliore amica Gaia, che la sta aiutando soprattutto ora che non ha neanche un letto. Anche quest’ultima e ha tentato di parlare con la mamma di Malika, che le ha detto che non si dovevano mai più far vedere, per nessun motivo al mondo. Per Malika, il momento di parlare con i suoi genitori per dire di essere gay, è arrivato dopo diversi tentativi sempre rimandati al “giorno dopo”. Poiché terrorizzata di parlare con i propri genitori, la ragazza ha scelto di fare coming out con una lettera nella quale chiedeva di starle accanto. Dunque ha scritto la lettera e l’ha lasciata nel cassetto della mamma, la mattina prima di uscire per andare a lavoro. Una volta tornata da lavoro però i genitori non le hanno aperto più la porta di casa.

Da quel momento non ha più visto gli occhi della mamma né tantomeno ha avuto un abbraccio. Tra le tante note audio la mamma ha minacciato la figlia e la fidanzata, augurandole il cancro. Ora Malika è spaventata e non sa più come chiedere aiuto. La sua storia fortunatamente ha avuto un riscontro mediatico enorme e Malika, abbandonata dalla propria famiglia, sta trovando la forza di andare avanti grazie all’affetto che moltissime persone le stanno dimostrando.

Ha ricevuto solidarietà anche da grandi personaggi, come Fedez, Elodie, Mhamood, Alessia Marcuzzi o Tommaso Zorzi. E’ stata ospite del Maurizio Costanzo Show. La cugina ha avviato una raccolta fondi su Go Found Me per aiutarla che ha già raggiunto una somma di oltre 120 mila euro. La ragazza ha fatto sapere che parte del ricavato lo donerà a diverse strutture che hanno bisogno d’aiuto proprio come lei.

Laureata in relazioni internazionali e politica globale al The American University of Rome nel 2018 con un master in Sistemi e tecnologie Elettroniche per la sicurezza la difesa e l'intelligence all'Università degli studi di roma "Tor Vergata". Appassionata di politica internazionale e tecnologia