Un semplice bacio è bastato per scatenare l’aggressione omofoba ai danni di una coppia omosessuale. È quanto accaduto nel pomeriggio di giovedì alla stazione di Vernazza, alle Cinque Terre (La Spezia). La coppia, due trentenni di Bologna, era in attesa del treno quando un gruppo di coetanei li ha notati mentre si stavano scambiando qualche bacio: prima sono iniziati gli insulti, poi uno del ‘branco’ si è avvicinato sferrando un pugno al volto di uno delle due vittime.

Il branco è poi fuggito salendo sul treno delle 16:16, che le forze dell’ordine hanno fermato a La Spezia nel tentativo di individuarli. La ricerca si è estesa all’intera città ligure, dove le forze dell’ordine hanno visionato le telecamere della stazione ferroviaria per arrivare all’identità dei responsabili dell’aggressione. Secondo quanto scrive Repubblica, un ragazzo sospettato di far parte del branco è stato individuato dalla polizia grazie alle telecamere: nei suoi confronti potrebbe scattare un fermo di polizia giudiziaria. Si tratterebbe di un giovane già fermato ieri, e che al controllo di polizia avrebbe dato in escandescenze.

Sul caso è intervenuta l’amministrazione comunale di Vernazza, che ha espresso “piena solidarietà” ai due ragazzi aggrediti condannando “ogni atto di violenza contro la libertà e la dignità di un essere umano. Ogni persona dovrebbe essere e sentirsi libera di affermare la propria identità e a questo devono contribuire tanto le autorità quanto la società civile”.