Giurista, con un passato al Consiglio di Stato, capo di Gabinetto di due ministri dell’Economia, Roberto Garofoli è il nome cha Mario Draghi ha scelto come sottosegretario alla Presidenza del Consiglio. Tarantino, classe 1966, è stato condirettore della Treccani Giuridica.

Ha lasciato il Consiglio di Stato quando all’epoca del governo Renzi è stato chiamato dall’allora ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, a fargli da capo di gabinetto, incarico che ha mantenuto anche con il passaggio al governo Gentiloni e poi con il primo governo Conte, quando Padoan ha lasciato il posto a Giovanni Tria: aveva poi lasciato il ministero dopo numerosi attacchi del M5s.

Era stato segretario generale della Presidenza del Consiglio ai tempi di Enrico Letta, capo di gabinetto del ministro della Pa Filippo Patroni Griffi ai tempi di Mario Monti, e capo dell’ufficio legislativo di D’Alema agli Esteri nel II governo Prodi. Su incarico di Padoan ha coordinato, tra gli altri, il tavolo di lavoro congiunto con l’Anacche ha stilato la direttiva anticorruzione. Con Letta invece ha presieduto la Commissione per l’elaborazione di misure di contrasto, anche patrimoniale, alla criminalità.

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.