Fibrillazioni senza fine nel Movimento 5 Stelle, che nella giornata di martedì terrà le votazioni online sulla piattaforma Skyvote per le parlamentarie riservate agli iscritti per scegliere i candidati alle prossime elezioni politiche del 25 settembre. 

Poche centinaia le candidature ‘votabili’ rispetto alle circa 2mila arrivate, con tante scartate per vizi vari di forma. Ma al centro del dibattito interno non ci sono le due schede online da votare, quella destinata agli aspiranti deputati e quella per i senatori.

Per la prima volta gli iscritti al Movimento 5 Stelle troveranno una terza schedacontenente la proposta di un elenco di nominativi indicati dal presidente” Giuseppe Conte, si legge sul sito del Movimento.

Si tratta a tutti gli effetti di un listino personale dell’ex premier Conte, un elenco di suoi fedelissimi all’interno e fuori dal Parlamento che dovrebbero correre nei pochi posti ‘blindati’ per i 5 Stelle, riservandosi il potere di nominare 12 capilista alla Camera e sei al Senato.

I diciotto nomi del ‘listino Conte’ non sono stati ancora svelati ufficialmente, ma i rumours raccolti da Repubblica evidenziano la probabile presenza nell’elenco dei quattro vice del presidente del partito (Riccardo Ricciardi, Michele Gubitosa, Mario Turco e Alessandra Todde), il ministro dell’Agricoltura Stefano Patuanelli, l’ex sindaca di Torino Chiara Appendino, gli attuali capigruppo di Camera e Senato Francesco Silvestri e Mariolina Castellone, in quota società civile invece l’ex procuratore nazionale Antimafia Federico Cafiero de Raho e il presidente dell’Inps Pasquale Tridico. 

Diciotto fedelissimi e personalità note e vicine al Movimento che inoltre sfrutteranno anche la possibilità delle pluricandidature, ovvero la corsa in più collegi per aumentare le possibilità di entrare in Parlamento. 

Una mossa che sta facendo esplodere il partito e le chat interne. Quella più dura ancora una volta è stata l’ex sindaca di Roma Virginia Raggi, ormai leader dell’opposizione interna a Conte nel Movimento, ma a lei si è aggiunto il commento velenoso dell’ex ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli: “Ma che è ’sta roba qua? Vi do un consiglio, votate quelli che ritenete essere i migliori, quelli che vi possono rappresentare meglio”, ha spiegato ai suoi follower su Instagram.

Romano di nascita ma trapiantato da sempre a Caserta, classe 1989. Appassionato di politica, sport e tecnologia