Il numero dei contagi in Italia resta ancora sotto la soglia dei 20mila. Sono 19.611 i nuovi casi di coronavirus in Italia, leggermente di meno rispetto a ieri quando sono stati +23.839. Scende anche il numero dei decessi che sono 297, ieri sono stati +380. Sono invece 17.950 quelle uscite oggi dall’incubo Covid (ieri +18.287). Gli attuali positivi risultano essere in tutto 573.235, pari a +1.357 rispetto a ieri (+5.167 il giorno prima).

I tamponi totali (molecolari e antigenici) sono stati 272.630, ovvero 84.524 in meno rispetto a ieri quando erano stati 357.154. Mentre il tasso di positività è 7,2% (l’approssimazione di 7,19%): vuol dire che su 100 tamponi eseguiti più di 7 sono risultati positivi; ieri era 6,7%.

Nelle ultime 24 ore ci sono stati dunque meno contagi a fronte di meno tamponi, come spesso accade nei weekend quando diminuisce il numero delle analisi. Il rapporto di casi/test sale al 7,2% (capita con meno test) dal 6,7% di sabato. Ma dal confronto con la scorsa domenica (21 marzo), quando sono stati registrati +20.159 casi con un tasso di positività del 7,3%, si vede un timido miglioramento, se si paragonano le due percentuali: 7,2% di oggi e 7,3% del 21 marzo.

È sulla distanza settimanale che si osserva un rallentamento dell’epidemia. “Il trend è in lieve miglioramento, segno che le misure restrittive stanno funzionando, ma è un dato ancora iniziale che va consolidato. Dobbiamo scendere di molto con l’Rt. A maggio sarà finita la fase peggiore”, dice Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute. “Il dato che preoccupa di più è il sovraccarico ospedaliero”, sottolinea Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe.

La Lombardia è la più colpita per numero di nuove infezioni (+3.520 casi, qui il bollettino), con oltre 43 mila tamponi, ossia il numero di test regionali più alto della giornata. Con oltre 2 mila positivi giornalieri ci sono Emilia-Romagna (+2.137) e Campania (+2.095). Seguono con un incremento a quattro cifre: Lazio (+1.836), Puglia (+1.788), Piemonte (+1.543), Veneto (+1.404) e Toscana (+1.368). Tutte le altre regioni comunicano un aumento a due o tre cifre. Diminuiscono le vittime: sono 297 contro le 380 di ieri (83 in meno).

Aumenta la pressione sugli ospedali. I posti letto occupati nei reparti Covid ordinari sono +80 (ieri +149), per un totale di 28.701 ricoverati. I posti letto occupati in terapia intensiva (TI) sono +44 (ieri +7), portando il totale dei malati più gravi a 3.679. La variazione dei posti letto occupati, in area critica e non, indica il saldo tra i pazienti usciti e quelli entrati nelle ultime 24 ore. Infatti, i nuovi ingressi in rianimazione sono +217 (ieri +264). Il maggior numero di persone entrate in TI è in Lombardia (+53), Lazio (+21), Piemonte (+20), Veneto (+19) ed Emilia-Romagna (+19).
Le dosi di vaccino somministrate sono oltre 9,2 milioni. I cittadini che hanno ricevuto la seconda dose sono più di 2,9 milioni.

I numeri regione per regione

Lombardia 726.477: +3.520 casi (ieri +4.884) con 43.334 tamponi
Veneto 378.663: +1.404 casi (ieri +1.759) con 22.793 tamponi
Campania 332.531: +2.095 casi (ieri +2.209) con 22.144 tamponi
Emilia-Romagna 331.173: +2.137* casi (ieri +2.269) con 19.056 tamponi
Piemonte 303.617: +1.543 casi (ieri +2.636) con 15.870 tamponi
Lazio 280.651: +1.836 casi (ieri +1.825) con 30.815 tamponi
Toscana 191.635: +1.368 casi (ieri +1.467) con 22.443 tamponi
Puglia 188.737: +1.788 casi (ieri +2.008) con 9.473 tamponi
Sicilia 171.651: +953 casi (ieri +890) con 25.247 tamponi
Friuli-Venezia Giulia 96.098: +446 casi (ieri +672) con 6.767 tamponi
Liguria 88.115: +392 casi (ieri +529) con 4.807 tamponi
Marche 86.998: +505 casi (ieri +723) con 4.661 tamponi
P. A. Bolzano 68.627: +79** casi (ieri +99) con 6.069 tamponi
Abruzzo 64.550: +269 casi (ieri +348) con 5.207 tamponi
Umbria 50.511: +162 casi (ieri +222) con 4.512 tamponi
Calabria 46.110: +366 casi (ieri +508) con 2.492 tamponi
Sardegna 44.690: +284 casi (ieri +287) con 21.461 tamponi
P. A. Trento 40.764: +162 casi (ieri +215) con 2.590 tamponi
Basilicata 19.148: +148 casi (ieri +133) con 1.202 tamponi
Molise 12.236: +77 casi (ieri +31) con 1.001 tamponi
Valle d’Aosta 9.075: +77 casi (ieri +125) con 686 tamponi