Da 55 a 27 anni. E’ il calo dell’età media dei cittadini napoletani risultati positivi al coronavirus nel mese di agosto. E’ quanto emerge dai dati diffusi dall’Asl Napoli 1 Centro guidata da Ciro Verdoliva. Dall’inizio della pandemia, l’età media si è abbassata a 43 anni ma nel solo mese di agosto i “viaggiatori” sono risultati essere principalmente giovani di età compresa tra i 20 e i 30 anni.

Cambiano anche i quartieri dove si registrano più casi. Se al 31 luglio i distretti più interessati erano San Carlo all’Arena, Vomero e Arenella, ad agosto sono stati registrati più contagi a Chiaia e Posillipo.

Nei dati diffusi dal Dipartimento di Prevenzione dell’U.O.C. di  Epidemiologia e prevenzione e registro tumori, diretta dalla dottoressa Rosanna Ortolani, nel solo mese di agosto i positivi a Napoli città sono stati 750 di cui (a partire dal 12 agosto) ben 428 provenienti dall’estero.

I pazienti attualmente ricoverati in ospedale sono 39 (di cui uno in terapia intensiva), quelli in isolamento domiciliare 727. I decessi registrati nel mese di agosto sono stati tre mentre le persone in sorveglianza sanitaria sono 1.357.

IL GRAFICO CON I CASI REGISTRATI NEI QUARTIERI NAPOLETANI: