Record di positivi in Campania che nel bollettino di venerdì 6 novembre registra 4.508 contagi (ieri 4.181), di cui 370 sintomatici. I tamponi processati nelle ultime 24 ore sono 23.897 mentre le vittime comunicate sono bene 40. Qui però, precisa la nota dell’Unità di Crisi regionale, bisogna considerare un arco temporale che va dal 12 ottobre al 5 novembre.

Nello specifico delle 40 vittime comunicate oggi (il totale sale a 796), 29 fanno riferimento alla città di Napoli: sei sono quelle registrate nelle ultime 24 ore mentre 23 sono quelli comunicati da strutture ospedaliere extra competenza Asl Napoli 1 Centro. Le date di riferimento dei decessi sono le seguenti: 3 il 3 novembre, 1 l’uno novembre, 2 il 31 ottobre, 3 il 30 ottobre, 1 il 28 ottobre, 1 il 27 ottobre, 2 il 23 ottobre, 1 il 22 ottobre, 5 il 21 ottobre, 1 il 19 ottobre, 1 il 17 ottobre, 1 il 15 ottobre, 1 il 12 ottobre.

Le persone guarite sono 320 (totale 15.017). Negli ospedali campani la situazione è la seguente: in terapia intensiva ci sono 180 pazienti ricoverati (+6) su 590 posti letto disponibili; in degenza ordinaria sono 1.677 i pazienti ricoverati su 3.160 posti disponibili.

A Napoli città i positivi accertati sono 1.051 (864 relativi ai tamponi eseguiti il 5 novembre, 187 al completamento dell’esito dei tamponi del 4 novembre).

I tamponi processati nel capoluogo partenopeo sono 6.062 di cui 2.030 relativi ai laboratori privati. I guariti delle ultime 24 ore sono 112 mentre i decessi, come detto, sono 29 (solo sei relativi all’ultimo giorno).

Ad oggi i napoletani residenti in città ricoverati negli ospedali gestiti dall’Asl Napoli 1 Centro (Covid Center Ospedale del Mare e Loreto Mare) sono 301 di cui 27 in terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono 13.181 persone mentre in isolamento fiduciario (contatti diretti non positivi) ci sono 15.862 persone.