“Dio benedica Matteo Salvini“. Sono le parole di Vincenzo De Luca che ‘ringrazia’ il leader della Lega perché “ogni affermazione che fa questo signore che scende da Milano ogni estate mi fa guadagnare 100mila voti secchi“. Nella consueta diretta social del venerdì, il governatore della Campania prende in giro il segretario del Carroccio, presente in questi giorni in regione dopo la visita di ieri nel carcere di Santa Maria Capua Vetere per portare solidarietà agli agenti penitenziari dopo l’orribile mattanza contro i detenuti emersa nelle indagini, culminate poi con oltre 100 poliziotti indagati e 52 misure cautelari.

“Immagini francamente barbare, sono un pugno nello stomaco” ha commentato De Luca facendo riferimento ai video delle violenze avvenute il 6 aprile 2020 all’interno del carcere casertano. “Nessuna generalizzazione, grande rispetto per chi fa un lavoro difficile anche fra le forze di polizia, ma – ha aggiunto – sono immagini, quelle, intollerabili in un Paese civile. Sono le immagini della bestialità umana, quelle immagini fanno ritornare a galla la componente di animalità che è dentro ognuno di noi e che si scatena quando perdiamo i freni inibitori, quando abbiamo il dominio totale su un altro essere umano. Non è possibile”.

Tornando invece a Salvini, De Luca suggerisce ai cittadini di “non dare retta alle fesserie che racconta“, prima di proseguire con un consiglio: “Vaccinati amico mio, non fare lo scapigliato e mettiti la mascherina. In questo momento vaga per la regione Campania un esponente politico sceso qui da Milano. Noi ogni estate abbiamo la consolazione di doverlo ospitare. Siamo una regione ospitale”.  Poi incalza: “Magari lo invito a passare anche un’ora della sua giornata a leggere qualcosa, a informarsi su qualcosa. Questo soggetto passa le sue giornate, da quando si sveglia a quando va a dormire a fare tweet, interviste, comparsate in televisione. È la nuova classe dirigente di questo Paese: analfabeti di ritorno e in qualche caso anche di andata”.

 

 

Redazione