Sono stati 96 minuti di dibattito infuocato, a tratti al vetriolo, tra Donald Trump, 74 anni e Joe Biden, 77 anni che si sono sfidati per la prima volta in un faccia a faccia televisivo a poco più di un mese dal voto del 3 novembre. Un dibattito che molti hanno definito “il peggiore di sempre” fatto di attacchi e accuse e pochi contenuti, che hanno infuocato l’arena della Case Western Reserve University di Cleveland, in Ohio.

A moderare l’incontro Chris Wallace, giornalista della rete conservatrice Fox “amica” del presidente, inviso a Trump per le sue interviste dure, le domande non compiacenti e l’attitudine a smentire immediatamente le inesattezze. Tanto che durante lo scontro tra i due candidati in più occasioni si è beccato anche lui gli insulti. Prima di salire sul “ring” Trump aveva anche provato a introdurre una regola last minute per assicurarsi che Biden non potesse indossare gli auricolari. Biden aveva ironizzato in un Tweet: “Ho i miei auricolari e le mie sostanze dopanti pronte”, mostrando la foto del gelato al burro di arachidi.

Primo punto la scelta di Amy Coney Barrett come nuova giudice della Corte Suprema. “Perché entrambi pensate di aver diritto di nominare il successore di Ruth Bader Ginsburg alla Corte Suprema?” ha chiesto il giornalista. “Ho vinto le elezioni e ho diritto di scegliere, non governo tre anni ma quattro” ha detto secco Trump. Il dem contrattacca pacato: “Non mi oppongo alla persona, ma spetta al popolo americano e dunque a chi vince le elezioni nominarla”. Trump lo interrompe più volte ma l’effetto è solo di gran confusione.

I due candidati sono passati dall’emergenza coronavirus alla Corte Suprema, dalle rivolte razziali che hanno invaso le strade degli States ai temi economici, fino agli insulti personali. “Il presidente Donald Trump è un bugiardo e un clown” e “il peggior presidente della storia” americana, ha detto Biden. Immediata la risposta del tycoon: “non sei intelligente” e “sei un pupazzo in mano alla sinistra radicale”.

Non potevano mancare, poi, le polemiche sulle finanze di Trump, accusato solo pochi giorni fa di non aver pagato tasse per anni: “Ne ho pagati milioni”, risponde il presidente in carica a Wallace, mentre il suo sfidante dem chiede di mostrare a tutti le sue dichiarazioni dei redditi, ricordando a tutti che ha pagato “meno di un maestro di scuola”.