In occasione del Ferragosto anche quest’anno sono stati intensificati i controlli da parte dei carabinieri di Roma e provincia, sia nella Capitale che sul litorale romano. L’obiettivo è contrastare la microcriminalità e i fenomeni tipici di questo periodo dell’anno, come i furti in appartamento e le truffe a danno delle persone fragili.

Le verifiche del personale, sia in uniforme che in borghese, riguarderanno anche la circolazione stradale sia diurna che notturna, i parcheggi e le fermate della metropolitana, i parchi e le ville cittadine, oltre che i luoghi meno frequentati o ritenuti più a rischio. Previsti anche interventi anti-abusivismo e presso le attività commerciali.

Verifiche sul Green Pass

Un’attenzione particolare è rivolta ai luoghi di aggregazione, alle spiagge e ai locali per assicurare il rispetto delle normative anti-Covid. Infatti questo weekend di Ferragosto verranno effettuate verifiche anche sull’utilizzo del Green Pass, con circa 1000 agenti delle forze dell’ordine in campo a Roma, e accertamenti (anche a campione) presso le aree con maggiore affluenza di persone.

Altri interventi mireranno al contrasto della movida violenta in città, ma saranno rivolti anche a località come Anzio, Fiumicino e Civitavecchia, dove è previsto il “tutto esaurito” per pranzi e cene, e lungo la direttrice dell’Appia Antica fino alle fraschette dei Castelli romani.

Tutti gli interventi 

Il piano “Ferragosto sicuro” prevede un vasto dispiegamento di forze in modo che venga garantita una  per assicurare una fitta rete di controlli su tutte le aree del territorio. E c’è già un primo bilancio di questa operazione: 23 arresti, 15 denunce, 2500 persone, 1500 veicoli e 23 locali controllati.

Detenzione e lo spaccio di droga, furto, evasione dai domiciliari i reati principalmente contestati; alcune persone, ricercate perché destinatarie di provvedimenti restrittivi, sono state trovate nel corso degli accertamenti. Inoltre l’attività dei Carabinieri ha portato al recupero della refurtiva e al sequestro di attrezzatura utilizzata per mettere a segno i furti, oltre che varie dosi di droga. 

In seguito ai controlli su 25 esercizi commerciali e di prodotti alimentari, con l’ausilio del Nas e del Nucleo Ispettorato del Lavoro per garantire i diritti dei lavoratori, è stato chiuso un locale nei pressi di San Pietro per avere impiegato 3 lavoratori su 4 in nero. Sanzionati, sempre nella stessa zona, i titolari di un mini market e di un fast food per l’inosservanza delle procedure volte a garantire la sicurezza igienica degli alimenti.

Sventati alcuni furti 

Nel quartiere Salario Trieste, i Carabinieri della Compagnia Roma Parioli hanno arrestato due ladri che stavano per mettere a segno un furto in un appartamento rimasto incustodito, perché i proprietari risultano in vacanza, dopo aver forzato la porta d’ingresso del condominio. Altri due ladri sono stati sorpresi per furti in esercizi commerciali e uno per furto di carburante da un veicolo in sosta.

Redazione