L’imprenditore Flavio Briatore è ricoverato in serie condizioni all’ospedale San Raffaele di Milano per aver contratto il Covid-19. Il proprietario del Billionaire di Porto Cervo è arrivato lunedì nella struttura ospedaliera, dove non si trova in terapia intensiva.

L’imprenditore si è recato al San Raffaele con sintomi da polmonite per sottoporsi al tampone che ne ha attestato la positività. Un ricovero improvviso: Briatore fino a domenica scorsa era infatti a Montecarlo, dove si era trasferito dopo la chiusura del Billionaire, prima che diventasse di pubblico dominio la notizia dell’arrivo del Covid-19 nel suo locale.

“Le condizioni di Flavio Briatore sono assolutamente stabili e buone”, fa sapere lo staff di Briatore, “Domenica sera accusava leggera febbre e sintomi di spossatezza e si è quindi recato in ospedale per un controllo –  si legge in una nota -. L’imprenditore è stato ricoverato, sottoposto a un check up generale e resta sotto controllo medico”.

Proprio nel suo locale in Sardegna è scoppiato quello che può essere definito un focolaio tra lo staff. Ai primi sei casi registrati nei giorni scorsi se ne sono aggiunti altri 52, emersi dall’esito dei tamponi effettuati nei giorni scorsi dall’Ats.

Briatore nei giorni scorsi era stato protagonista di una dura polemica col Governo per le misure prese per contrastare il contagio del virus, e poi col sindaco di Arzachena Roberto Ragnedda. Quest’ultimo, definito “sindaco contro il turismo”, aveva imposto con una ordinanza lo stop alla musica con un’ora d’anticipo, circostanza che per Briatore rendeva impossibili le serate.

L’imprenditore lo scorso 15 agosto aveva anche partecipato ad una partita di calcetto con altri ‘vip’ presso l’hotel Cala di Volpe e Porto Cervo: tra i presenti in campo anche Sinisa Mihajlovic, l’allenatore del Bologna che domenica è risultato positivo al Covid-19.