“È un disastro, un vero disastro”, ha commentato il sindaco di Amalfi Daniele Milano. Stamattina, intorno alle 9:40, una frana ha sommerso la strada statale 163 Amalfitana, nel tratto in cui entra nel centro abitato. La frana ha coinvolto anche il lungomare nella zona della Marinella e ha investito l’imbocco del tunnel Matteo Camera. Una frana di grandi dimensioni, secondo quanto riferito dal sindaco. Non risultano al momento feriti e dispersi ma il sindaco non esclude il peggio.

La frana è partita dal costone roccioso che fiancheggia la statale, ha invaso la strada e ha coinvolto un tratto al di sotto del lungomare di Amalfi. “Ci vorranno ore per liberare la strada e solo allora potremmo essere certi che non si siano vittime – ha detto all’Ansa Milano – si procederà di sicuro all’evacuazione di alcune case”.

Il Club Unesco Amalfi ha twittato: “La fragilità della Costiera amalfitana è sotto gli occhi di tutti. Ad Amalfi crolla un intero costone roccioso, mettendo in pericolo persone e case. Occorre più tutela e controlli”. Il sindaco Milano, contattato da Adn-Kronos ha chiarito: “Abbiamo già attivato tutta la linea di emergenza e allertato la sala operativa regionale, la Prefettura e i Vigili del Fuoco”. E su eventuali feriti e dispersi aggiunge che “il materiale franato sulla strada è imponente e nessuno in questo momento è in grado di dire se ci siano o meno persone coinvolte”. La prima necessità in questo momento “è di mettere in sicurezza l’area e i pezzi in alto che sono a rischio di distacco, sgomberare la strada e verificare che non ci siano persone coinvolte”.

 

La frana si è staccata dal borgo di San Biagio. Causa forse una perdita d’acqua o per un cedimento a causa delle piogge, un fronte di oltre 50 metri, ha scritto positanonews. La Statale 163 è completamente interrotta, quindi interdetti i collegamenti che dalla Costiera portano a Praiano, Positano, Sorrento e Agerola. Sul posto i carabinieri, la polizia municipale, la Millennium di Amalfi e i Vigili del Fuoco di Maiori.

Un forte boato ha preceduto la frana, secondo alcuni testimoni. L’area, ricorda RepubblicaNapoli.it, è stata interessata all’inizio del 2020 da lavori di manutenzione di messa in sicurezza per un totale di 76mila euro.

LA NOTA DELLA PROTEZIONE CIVILE – La Protezione civile della Regione Campania è al lavoro, con squadre di tecnici e di volontari, dalle prime ore di questa mattina in costiera Amalfitana e nel Cilento dove a causa delle forti precipitazioni si sono determinati fenomeni di dissesto idrogeologico. La situazione più critica si registra ad Amalfi per una frana che ha interessato la Statale 163 al kilometro 23,700. I Vigili del Fuoco che coordinano le operazioni sono sul posto anche con l’ausilio di un elicottero. Si è provveduto, in particolare, al recupero di tre famiglie rimaste bloccate in abitazioni situate proprio nei pressi del luogo della frana. Le famiglie sono state tratte in salvo e si trovano presso una struttura alberghiera di Amalfi. La Statale e la strada di accesso al porto risultano completamente bloccate. Per consentire il rientro a casa degli studenti da Positano sono state predisposte imbarcazioni con il supporto della Capitaneria di Porto.

Antonio Lamorte