Guido Bertolaso è risultato positivo a un tampone per il Coronavirus. Lo ha annunciato lo stesso ex capo della Protezione civile, attualmente impegnato in Lombardia e nelle Marche come consulente per l’emergenza Covid-19.

“Quando ho accettato questo incarico sapevo quali fossero i rischi a cui andavo incontro, ma non potevo non rispondere alla chiamata per il mio Paese. Ho qualche linea di febbre, nessun altro sintomo al momento. Sia io che i miei collaboratori più stretti siamo in isolamento e rispetteremo il periodo di quarantena. Continuerò a seguire i lavori dell’ospedale Fiera e coordinerò i lavori nelle Marche. Vincerò anche questa battaglia”, ha scritto Bertolaso in un post su Facebook.

Bertolaso era stato chiamato da Attilio Fontana, governatore della Lombardia, per seguire i lavori di costruzione dell’ospedale in Fiera Milano contro il Covid-19, un incarico per il quale l’ex capo della Protezione civile percepirà un compenso simbolico di un euro. 

Bertolaso è stato direttore della Protezione Civile per nove anni, dal 2001 al 2010 e per due fu Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio per affrontare l’emergenza rifiuti. Dal 2001 al 2010 e per due anni fu sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con il compito di gestire l’emergenza rifiuti in Campania, è stato commissario straordinario anche per il terremoto a L’Aquila. Nel 2016 era stato anche considerato come possibile candidato sindaco di Roma per il centrodestra. Ma poi Fratelli D’Italia optò per una propria candidatura e l’accordo con Lega e Forza Italia sfumò e Bertolaso si ritirò.