Il Festival di Sanremo? “Lo vincono le Ong”. Parola di Edoardo Ziello, giovane deputato della Lega che ha commentato così il successo di Antonio Diodato della 70esima edizione della kermesse musicale più importante del Paese.

Il cantante di Aosta paga, per l’ex assessore comunale di Cascina (Pisa), il suo appoggio alla Ong Mediterranea Saving Humans, che tramite un tweet aveva espresso il tifo per Diodato con una frase eloquente: “Anche stasera tifiamo per chi sta dalla parte giusta”, pubblicando una foto del cantante con la t-shirt della Ong.

Ziello vede quindi un ‘complotto’ dietro la vittoria di Diodato a Sanremo: “Il dubbio è lecito: Festival della canzone italiana o delle ong taxi del Mediterraneo? Come volevasi dimostrare il festival è stato vinto da un amante del ‘sinistro pensiero’…”, scrive in un post su Facebook.

Ma il giovane parlamentare, fedelissimo di Salvini, non si ferma. Poche ore dopo pubblica la foto di Achille Lauro e del suo bacio col chitarrista e produttore musicale Boss Doms. Anche qui Ziello non riesce a fermarsi e parte con le solite accuse risuonate in questi giorni dal fronte sovranista: “Quest’anno si è visto di tutto e di più sul palco dell’Ariston. Possiamo affermare che in questa edizione non è andato in scena il Festival della Musica, ma il Festival del degrado”, scrive Ziello.