Un grande blitz anti riciclaggio nelle province di Napoli, Caserta e Salerno. 63 le misure cautelari. L’accusa: associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio a vantaggio del clan dei Casalesi, Camorra, basato nel casertano e con ramificazioni nel Nord Italia e attività fino in Spagna in Europa dell’Est.

Le 63 misure cautelari nelle tre province della Regione Campania sono state notificate dai finanzieri del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria con i Comandi Provinciali della Guardia di Finanza di Napoli, Caserta e Salerno. I provvedimenti del gip di Napoli emessi su richiesta della DDA partenopea.

Le persone raggiunte dalle misure sono accusate di presunto riciclaggio di denaro, un maxi riciclaggio dalle dimensioni di almeno 100 milioni di euro compiuto attraverso sistematiche e ingenti frodi fiscali. Delle 63 persone destinatarie delle misure coercitive, per 48 è stata disposta la custodia cautelare in carcere.

I dettagli dell’operazione saranno illustrati alle 10:30 in un incontro con il procuratore sulla piattaforma Teams.

Seguono aggiornamenti

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.