Uno degli uomini più ricchi d’Italia, capace di costruire un impero economico partendo da una piccola fabbrica in provincia di Belluno dove costruiva montature per occhiali. È stato questo e molto altro Leonardo Del Vecchio, l’imprenditore e fondatore di Luxottica, morto lunedì mattina all’ospedale San Raffaele di Milano all’età di 87 anni.

Da quella piccola fabbrica nel Bellunese, Del Vecchio aveva tirato su un modello imprenditoriale unico: la sua Luxottica è diventata un gigante a livello mondiale, la più grande holding produttrice e venditrice mondiale di occhiali e lenti che conta circa 80.000 dipendenti e oltre 9.000 negozi, consentendogli di sbarcare nel mondo dell’alta finanza italiana come maggior azionista di Mediobanca oltre che di Generali.

La sua ricchezza al 10 aprile 2022 è stata valutata dalla rivista Forbes per circa 27,3 miliardi di dollari, rendendolo il secondo uomo più ricco d’Italia e il 62º al mondo.

La straordinaria carriera

Nato nel 1935 a Milano da genitori emigrati dalla Puglia, da bambino ha vissuto nell’orfanotrofio dei Martinitt dopo la morte del padre, esperienza, quella di crescere senza famiglia, che come racconterà lo stesso imprenditore “è qualcosa che non si può spiegare, se non lo si è vissuto. Ti segna”.

A 15 anni va a lavorare come garzone alla Johnson, una fabbrica produttrice di medaglie e coppe, i cui proprietari lo spingono a iscriversi ai corsi serali all’Accademia di Brera per studiare design e soprattutto incisione. La svolta a 22 anni, quando si si trasferisce a Pieve Tesino, un piccolo paese del Trentino, dove trova lavoro come operaio in una fabbrica di incisioni metalliche. Da lì il passaggio ad Agordo, nel Bellunese, dove apre una bottega di montature per occhiali che nel 1961 diventa Luxottica, dando inizio ad una storia di incredibile successo.

Negli anni ’80 il primo sbarco nel mercato americano, dieci anni dopo la quotazione alla Borsa di New York che certifica Luxottica come maggior produttore e distributore sul mercato ottico mondiale, anche grazie alle acquisizioni di marchi come Persol, Ray-Ban, Oakley.

La vita privata

Del Vecchio è stato sposato tre volte. Dalla prima moglie Luciana Nervo ha avuto tre figli: Claudio, Marisa e Paola. Nicoletta Zampillo è la seconda e terza moglie di Del Vecchio, sposata nel 1997 e risposata poi nel 2010: da lei Del Vecchio ha avuto il quarto figlio, Leonardo Maria. Nel mezzo la relazione con Sabina Grossi, che non ha sposato, e da cui ha avuto due figli, Luca e Clemente.

Redazione