Un dolore troppo forte da metabolizzare dopo ben 62 anni di matrimonio. Antonietta non ce l’ha fatta. Era ai funerali del marito Attilio, scomparso a 89 anni nei giorni scorsi. Il suo cuore non ha retto. La donna, 84 anni, si è sentita male e a nulla sono valsi i tentativi di rianimarla da parte dei familiari presenti e dei sanitari del 118, arrivati poco dopo.

E’ quanto accaduto nel primo pomeriggio di lunedì 17 febbraio sul sagrato della chiesa di Agognate, frazione del comune di Novara. Erano in corso di funerali di Attilio Beltran, morto due giorni fa in ospedale dopo una lunga malattia.

La moglie, Maria Antonietta Vallana, 84 anni, ha partecipato alla cerimonia funebre prima di sentirsi male all’uscita dalla chiesa, mentre salutava i parenti. Immediato l’allarme lanciato dai presenti ma non c’è stato nulla da fare.

Antonietta e Attilio erano sposati dal 1958, non avevano figli. Una vita trascorsa in simbiosi, fianco a fianco fino all’ultimo giorno. “Si amavano molto, li conoscevo bene – racconta padre Ennio, frate domenicano che ha celebrato i funerali – ero anche andato a trovare Attilio in ospedale, mi diceva sempre che non vedeva l’ora di tornare a casa. Erano una coppia così solida e innamorata che li citavo come esempio. Anche con questo epilogo non è una storia triste, ma di grande amore”.