E’ morta Ornella Pinto, la donna di 40 anni accoltellata più volte dal compagno nel corso di una lite avvenuta intorno alle 4 della scorsa notte a Napoli. Troppo gravi le ferite riportate: è morta durante l’operazione a cui è stata sottoposta.

Sono stati i vicini di casa della coppia, residente in via Filippo Cavolino, non molto distante da piazza Carlo III, ad allertare la polizia preoccupati dalle urla che provenivano dall’abitazione.

Giunti sul posto gli agenti hanno trovato la donna in una pozza di sangue mentre il convivente, Pinotto Iacomino di 42 anni, si era inizialmente allontanato a bordo della propria vettura. La vittima, che si trovava in casa insieme al figlioletto, è stata soccorsa e trasportata d’urgenza in codice rosso al pronto soccorso dell’ospedale Cardarelli di Napoli. La paziente, sin da subito in imminente pericolo di vita, è al momento sottoposta ad un delicato intervento chirurgico da parte delle équipes del Trauma Center e di Chirurgia Toracica.. Poi il drammatico epilogo.

Poco dopo le 7, l’uomo si è presentato presso la caserma dei carabinieri di Montegabbione, in provincia di Terni, dove è al momento in stato di fermo. Sulla vicenda procede la Squadra Mobile di Napoli. La coppia convive da circa sei anni, entrambi sono incensurati.

AGGIORNAMENTO – Ornella uccisa dal compagno con 15 coltellate, la telefonata alla sorella: “Sto morendo, aiutami”

 

Giornalista professionista, nato a Napoli il 28 luglio 1987, ho iniziato a scrivere di sport prima di passare, dal 2015, a occuparmi principalmente di cronaca. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa, ho frequentato la scuola di giornalismo e, nel frattempo, collaborato con diverse testate. Dopo le esperienze a Sky Sport e Mediaset, sono passato a Retenews24 e poi a VocediNapoli.it. Dall'ottobre del 2019 collaboro con la redazione del Riformista.