Tre persone ferite, un’auto sfasciata e un ragazzo denunciato dai Carabinieri. È il bilancio di una lite scoppiata in strada a Napoli, a via Consalvo, nella zona tra Mergellina e Fuorigrotta. Il motivo delle tensioni è stata la presenza di un’auto parcheggiata male, che ostruiva quindi il passaggio di un’altra vettura.

Una donna di Bacoli, impegnata da architetta in lavori di ristrutturazione nella casa di una famiglia del posto, avrebbe messo l’auto in sosta senza accorgersi che stesse bloccando il passaggio ad un’altra residente. Da qui l’inizio della lite, con la conducente che ha iniziato a dare in escandescenze. I proprietari dell’appartamento in ristrutturazione sono intervenuti: un uomo di 79 anni e suo figlio 50enne hanno difeso la professionista, aggredendo l’altra residente.

Nella mischia si è poi lanciato il figlio 20enne di quest’ultima: ha preso a pugni i due uomini, ha poi recuperato un paletto di ferro e ha sfasciato l’auto dell’architetta. Padre e figlio sono stati trasportati al pronto soccorso dell’ospedale San Paolo e sono poi stati dimessi con una prognosi di 10 e 30 giorni.

In ospedale anche la donna che aveva dato vita alla discussione: al Cto le hanno prescritto 10 giorni di riposo per una contusione alla testa e ferite lacero contuse alla nuca. Il 20enne è stato denunciato dai Carabinieri della stazione di Fuorigrotta e del nucleo operativo di Bagnoli e dovrà rispondere di lesioni aggravate.

Napoletano, Giornalista praticante, nato nel ’95. Ha collaborato con Fanpage e Avvenire. Laureato in lingue, parla molto bene in inglese e molto male in tedesco. Un master in giornalismo alla Lumsa di Roma. Ex arbitro di calcio. Ossessionato dall'ordine. Appassionato in ordine sparso di politica, Lego, arte, calcio e Simpson.