Un nuovo cluster di Coronavirus in provincia di Caserta dopo l’esplosivo, almeno per l’ordine pubblico, focolaio di Mondragone tra gli ex Palazzi Cirio abitanti prevalentemente dalla comunità bulgara.

Questa volta i casi sono sei e vengono segnalati in un piccolo paesi di soli 1.200 abitanti, Conca della Campania, nell’Alto Casertano. Il focolaio riguarda una famiglia dove una lavoratrice socio sanitaria dell’Est Europa ha contagiato l’anziano che accudiva.

Il contagio si è quindi diffuso tra i familiari dell’anziano, facendo scattare l’allarme dell’Asl. Ad oggi sono 15 le persone sottoposte a quarantena domiciliare, come cominciato dal sindaco David Simone.

La lavoratrice socio sanitaria era stata soccorsa a Caianello da un mezzo del 118 per problemi respiratori, dopo essere risultata positiva al Covid-19 è stata quindi trasferita al Covid Hospital di Maddaloni, dove le sue condizioni sono già in miglioramento. I familiari dell’anziano sono contagiati ma asintomatici.

Per fare fronte all’emergenza il primo cittadino, oltre a ribadire “la necessità di garantire il distanziamento sociale e utilizzare la mascherina secondo le modalità previste dalla normativa vigente”, ha sospeso con una ordinanza urgente la fiera settimanale prevista per oggi, 21 luglio.