“Sono ancora vivo, non ho avuto paura e domani celebrerò la domenica delle Palme“. Queste le parole di Papa Francesco dimesso in mattinata dal Policlinico Gemelli di Roma dopo il ricovero nei giorni scorsi per una bronchite infettiva. Bergoglio nel lasciare la struttura, ha salutato il Rettore dell’Università Cattolica, Franco Anelli, con i suoi più stretti collaboratori, il Direttore Generale del Policlinico, Marco Elefanti, l’Assistente ecclesiastico generale dell’Università Cattolica, Monsignor Claudio Giuliodori, e l’équipe di medici e operatori sanitari che lo ha assistito durante questi giorni.

All’esterno dell’ospedale è sceso dall’auto, ha salutato i presenti, benedetto una coppia di genitori che ha perso la figlia nella notte (fermandosi a pregare con loro), ha firmato il braccio ingessato di un bambino e scambiato qualche battuta con la folla di pazienti e familiari accorsi per salutarlo.

Prima di tornare in Vaticano, Papa Francesco si è fermato a parlare anche con i giornalisti, ringraziandoli per il lavoro svolto in questi giorni. Poi ha aggiunto: “Ammiro tanto la gente che lavora in ospedale, ci vuole eroicità“. Lei non si è fermato neanche in ospedale hanno osservato i cronisti: “E’ la cosa più bella sai, fare il prete“. Parlando con un altro giornalista suo conoscente, ha commentato: “Hai visto che macello?”, riferendosi probabilmente alla folla presente.

Ho sentito solo un malessere, ma non ho avuto paura. Domani celebrerò la domenica delle Palme” ha detto ai giornalisti fuori dall’ospedale. Dopo aver lasciato il Policlinico Universitario A. Gemelli, stamattina Papa Francesco – comunica ufficialmente il Vaticano – si è diretto alla Basilica di Santa Maria Maggiore.

“Il Papa si è fermato davanti all’icona di Maria, Salus Populi Romani, affidandole nella preghiera i bambini incontrati ieri nel reparto di Oncologia Pediatrica e Neurochirurgia Infantile dell’Ospedale, tutti gli infermi e coloro che soffrono per la malattia e la perdita dei loro cari”, riferisce la sala stampa della Santa Sede.

 

Redazione