La sperimentazione di domenica 31 maggio con le prime 400 inoculazioni in trenta farmacie è andata bene e da lunedì 7 giugno parte la rete di farmacie in ogni quartiere di Napoli dove poter fare il vaccino. In circa 150 farmacie su tutto il territorio si potrà fare il vaccino. Si parte con Johnson & Johnson.

Servirà ancora giusto il tempo per attribuire ai farmacisti le credenziali di accesso alla piattaforma informatica per poter garantire ai cittadini tutte le operazioni e si potrà andare a regime. Previste 400 vaccinazioni al giorno in farmacia nelle Asl napoletane.

Tutti potranno rivolgersi a qualunque farmacia che abbia aderito alla campagna munito di tessera sanitaria, codice fiscale e documento di identità. È possibile prenotare il vaccino solo nelle farmacie afferenti all’Asl di appartenenza. La vaccinazione resta sempre gratuita anche in farmacia.

Il cittadino potrà prenotarsi sulla piattaforma oppure chiedere direttamente al proprio farmacista. Poi l’iniezione potrà avvenire seduta stante o dietro prenotazione, a seconda della disponibilità del siero. Gli elenchi delle farmacie attive dove è possibile prenotare e ricevere il vaccino anti-Covid sono pubblicati ed aggiornati sul sito internet http://www.federfarmanapoli.it e www.federfarmanapoli.it.

“Tutti i cittadini sani, ossia non affetti da particolari patologie croniche e di età compresa tra 18 e 59 anni potranno vaccinarsi nella farmacia sotto casa – commenta Riccardo Maria Iorio, presidente di Federfarma Napoli al Mattino – in tutta comodità e, soprattutto, in tutta sicurezza. Tutti i farmacisti vaccinatori, infatti, hanno sostenuto i corsi predisposti dall’Istituto superiore di Sanità e hanno superato la prova di inoculazione in sessioni pratiche. Anche i locali e gli spazi allestiti in farmacia o nelle sue immediate vicinanze corrispondono agli standard di qualità e di sicurezza previsti dai protocolli”.

Alcune farmacie hanno allestito spazi all’interno dei propri locali, altre allestiranno appositi mini hub dedicati in prossimità e in certi giorni e orari stabiliti. La rete di farmacie napoletane è stata la prima in Italia a sperimentare questo tipo di vaccinazione che potrebbe essere decisivo per velocizzare ulteriormente la campagna.

E così le farmacie si confermano un vero caposaldo nella lotta alla pandemia, come lo sono già state sin dall’inizio. Ad aderire alla campagna vaccinale ci saranno farmacie anche nel resto della Campania: 173 farmacie ad Avellino (80 rurali), 69 a Benevento(42 rurali), 116 a Caserta (di cui 46 rurali), 187 a Salerno (di cui 84 rurali). Sono 2.233 i farmacisti coinvolti che hanno frequentato il corso dell’Istituto Superiore di Sanità che permette di vaccinare in farmacia senza che ci sia un medico.

In Campania obiettivo immunità di gregge al 18 luglio

L’obiettivo della Campania è arrivare al 18 luglio con il 75% della popolazione vaccinata con doppia dose. Sabato è stato raggiunto il record di 87mila inoculazioni effettuate in un giorno. Attualmente il 45,8% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino e il 19,1% è completamente vaccinato. Con il ritmo attuale la Campania entro il 18 luglio potrebbe davvero raggiungere il primo traguardo per l’immunità di gregge fissato al 75% della popolazione vaccinata.

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.