Con la voce rotta dalle lacrime i familiari di Pasquale Apicella hanno salutato le volanti della polizia arrivate sotto casa dell’agente ucciso la notte dello scorso 27 aprile, a Napoli,  dopo un inseguimento per una rapina in banca.

Nel video si vedono arrivare le cinque auto con a bordo i colleghi di Apicella, schierarsi sotto il balcone della vedova e dei suoi figli. Il più grande, di sei anni, è insieme alla zia che lo aiuta a sistemarsi per guardare la scena. “Dov’è babbo?“, chiede il bambino aspettando di vedere il padre scendere  dalla volante. “Babbo non c’è, non c’è più“, risponde tra le lacrime la zia. Uno dei parenti invita il bambino a salutare gli agenti: “Fa’ un applauso ai colleghi di papà“.

Le auto si sistemano, i colleghi scendono dalle volanti e accendo i lampeggianti mentre il pianto della famiglia si trasforma in urla strazianti.