“A metà maggio, pensiamo, potrà passare la prima macchina”. È l’annuncio arrivato dal sindaco di Genova Marco Bucci, commissario per la costruzione del viadotto sul Polcevera, durante un sopralluogo al cantiere con il governatore della Liguria Giovanni Toti.

LA ROAD MAP DEI LAVORI – Il primo cittadino parlando della ricostruzione dell’ex ponte Morandi ha spiegato che “tutti i lavori edilizi, non quelli di acciaio ma le pile, saranno terminati entro la fine di gennaio. Questo consentirà di vedere a metà marzo il ponte completo con tutte le infrastrutture in acciaio montate”.

L’APPELLO DEL GOVERNATORE – Il presidente della Regione Liguria Toti ha poi precisato che “ci auguriamo che tra legge di Stabilità e il decreto proroghe ci arrivi tutto quanto richiesto: nonostante l’emergenza di ponte Morandi e il dolore che ha provocato, nonostante la mareggiata dello scorso anno, nonostante l’autunno più piovoso degli ultimi anni con le frane che anche in queste ore ci mettono in difficoltà, la Liguria è sana, forte, vive e nei numeri tutto questo ci viene confermato. Siamo soddisfatti di come il sistema ha retto e reagito”.

“Chiunque remi contro – ha proseguito il governatore – non fa un dispetto a Toti o a Bucci, lo fa a tutta la Liguria, ai cittadini, alle sue imprese e all’Italia. Dobbiamo essere uniti e compatti a chiudere nei tempi questo lavoro, così come abbiamo promesso, perché siamo sotto gli occhi del mondo e ne va della credibilità del sistema Paese. Credo che questa consapevolezza sia diffusa tra le aziende impegnate, il governo nazionale e regionale, il sindaco impegnato in prima persona”.