“Se vuoi puoi togliere la mascherina” queste le parole di Matteo Salvini, leader della lega, durante un convegno a Milano Marittima. Salvini parlando di scuola ha invitato un bambino tra il pubblico a salire sul palco. Il bambino, si è avvicinato di buon grado tra gli applausi della platea. Quando si è avvicinato a Salvini non sono mancate strette di mano e battiti di cinque. Il bambino indossava correttamente la mascherina, trattandosi di evento affollato.

Salito sul palco Salvini lo ha invitato a togliersi la mascherina e il bambino gli ha risposto: “No, mi piace questa mascherina perché è veneta e io sono veneto”. Subito son partite le polemiche perché molti hanno considerato l’invito del leghista come un suo ennesimo gesto di ribellione alle regole anti-covid che impongono l’utilizzo della mascherina e del distanziamento. Tutte regole violate da Salvini sul palco: mentre fino all’arrivo del bambino il distanziamento tra i relatori del convegno erano rispettate, il suo avvicinamento imponeva l’uso delle mascherine e magari anche qualche contatto in meno. Alla fine non è mancato l’abbraccio e la foto di rito. Poi Salvini stringendogli la mano ha detto al bambino: “Ti voglio bene, non abbiamo solo gioventù bruciata dalla droga”, concludendo con un invito ad andare insieme al Papeete.

Negli ultimi giorni Salvini è stato al centro di polemiche soprattutto per il suo rifiuto ad indossare la mascherina: “I negazionisti disintegrano la fiducia degli italiani”, aveva detto il premier Giuseppe Conte all’agenzia Dire. “Bisogna continuare a dire a tutti, contro gli scellerati che per farsi pubblicità si tolgono la mascherina, che ci sono tre cose semplici che bisogna fare: mascherina, distanza di sicurezza e igiene delle mani”, aveva invece spiegato Zingaretti a Fanpage.it. Tutto parte dal convegno a cui Salvini ha preso parte il 27 luglio in Senato dal titolo “Covid-19 in Italia, tra informazione scienza e diritti”. Il leader si era presentato senza mascherina e nonostante l’invito ad indossarla da parte del personale di sala lui aveva risposto: “Non ce l’ho e non la indosso”, continuando “Il saluto con il gomito è la fine della specie umana”.