Non si placa lo scontro a distanza da Matteo Salvini, segretario della Lega, e Vincenzo De Luca, governatore della Campania che nei giorni scorsi è andato giù pesante contro il leader del Carroccio. L’ultimo affondo ieri, lunedì 22 giugno: “C’è qualcuno – ha spiegato – che lavora a portare seccia, tipo quell’esponente politico che voi conoscete, che lavora perché ci sia una epidemia ma noi contiamo di scansarla”.

Intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta da Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, Salvini contrattacca: “De Luca a parole è un campione, però chiedete ai campani sulla questione rifiuti. Ci sono ancora centinaia di milioni di ecoballe per le strade, nei depositi campani. Un governo si occupa di sanità, rifiuti e viabilità. Chiamate a caso un cittadino di Napoli o di Salerno e chiedetegli quanti ospedali sono stati chiusi e quanti rifiuti sono stati tolti. Io tifo per la pandemia? E’ un poverino, è una settimana che mi insulta, cosa gli vuoi rispondere? Io da ministro dell’interno non guardavo ai colori politici e per la Campania abbiamo investito in uomini, mezzi, più di quanto abbiamo investito in altre regioni”.

DE LUCA: “C’E’ UN ESPONENTE POLITICO CHE PORTA SECCIA”

“Probabilmente – aggiunge – anche De Luca ha capito che alla terza, alla quarta, alla quinta battuta la gente ride, alla sesta si incazza, perché oggi i problemi sono la cassa integrazione e i soldi alle imprese che non arrivano. Poi Crozza continua a far ridere perché è un genio, De Luca no. Vedremo poi alle prossime elezioni regionali chi vincerà, vedremo se la gente lo rivoterà”.

“SALVINI HA LA FACCIA COME IL FONDOSCHIENA, PERALTRO USURATO”