Un litigio per il prezzo della corsa, considerato troppo elevato. E scatta la violenza. Il tassista, che si è fermato in piazza della Trinita a Firenze per far scendere dalla vettura la cliente, sferra alla ragazza prima un calcio sugli stinchi, poi uno schiaffo sul viso.

È da poco passata la mezzanotte del 13 gennaio: l’aggressione viene ripresa da alcuni turisti presenti in quel momento nella piazza, il video finisce sui social. C’è chi prova a dividerli, mentre la ragazza, sotto shock, urla più di una volta “Call the police”, chiamate la polizia. A raccontare l’accaduto è il Corriere Fiorentino.

L’aggressione

Sul posto è intervenuta la polizia con agenti del commissariato di San Giovanni. La vittima, una turista canadese, al momento non avrebbe presentato denuncia per l’accaduto, ma ha pubblicato delle stories su Instagram per raccontare i fatti, allegando delle foto dell’uomo.

Secondo quanto testimoniato dal tassista la giovane, prima di essere aggredita, avrebbe spaccato il divisore anti-covid all’interno dell’auto egli avrebbe sputato sul viso. Azioni che, se dovessero essere confermate dalle immagini delle telecamere presenti sull’auto, comunque non giustificano l’aggressione. E infatti sulla vicenda è intervenuta la cooperativa di tassisti 4242 Socota, annunciando di aver avviato un procedimento disciplinare verso il tassista, suo associato.

Presa visione del video – si legge in un comunicato diffuso dalla società -, il 4242 condanna senza riserve il comportamento del collega, qualunque siano gli accadimenti in precedenza occorsi. Il 4242 ha già provveduto ad aprire un procedimento disciplinare per accertare i fatti ed eventualmente adottare gli atti previsti dallo statuto e dal regolamento interno della cooperativa per questi casi, fermo restando che ogni provvedimento relativo alla licenza non può che rientrare nella competenza esclusiva dell’amministrazione comunale“.

Il sindaco Nardella: “Mi aspetto un’indagine approfondita”

Sulla vicenda è intervenuto anche il sindaco di Firenze Dario Nardella, tramite un tweet. “La brutale aggressione del tassista della scorsa notte ad una donna è inaudita e deprecabile. Ho subito segnalato il fatto al questore” ha scritto. “Mi aspetto un’indagine approfondita e una pena esemplare per questa persona, indegna di svolgere un servizio pubblico. Questa non è Firenze.”

L’assessora alla sicurezza e a diritti e pari opportunità Benedetta Albanese ha dichiarato che “è inammissibile quanto mostra il video: la violenza usata contro la turista non può essere accettata, quanto accaduto in via Tornabuoni è un fatto gravissimo che condanniamo con forza”.

Per poi sottolineare: “La violenza non è mai una risposta giustificabile ma quando si scaglia contro una donna è ancora più grave e più vigliacca. Sono indignata ma non mi arrendo: continuerò a lavorare per rendere la nostra città ancora più sicura in particolare per noi donne. Non confondiamo Firenze con gesti che nulla hanno a che fare con la nostra cultura di rispetto verso le donne, accoglienza verso visitatori e visitatrici e attenzione alla sicurezza urbana. Auspico una rapida e dura condanna nelle opportune sedi per chi ha commesso questo gesto.”

 

Roberta Davi