La vittima, una donna di 68 anni, vedova, è stata trovata riversa in una pozza di sangue con una profonda ferita alla testa dalla collaboratrice domestica nel suo appartamento di via del Pettirosso, nella frazione di Tor San Lorenzo, popolosa frazione del comune di Ardea sul litorale romano. Le sue urla hanno richiamato un vicino che è accorso.

I carabinieri non escludono l’omicidio conseguente a una rapina. La scoperta del cadavere è stata fatta nel tardo pomeriggio di martedì, ma la notizia si è appresa solo mercoledì mattina. L’abitazione è stata sottoposta a sequestro mentre gli investigatori dell’arma hanno effettuato una serie di rilievi.

Fra le ipotesi al vaglio quella di un’aggressione, forse a scopo di rapina, ma non si escludono altre piste. Si attende poi l’esito dell’autopsia per capire anche l’ora della morte della sessantottenne e se dall’abitazione sia stato rubato qualcosa.

Dagli accertamenti dei carabinieri della compagnia di Anzio è emerso che la donna, vedova, viveva da sola aiutata da una collaboratrice domestica. È stata proprio quest’ultima a trovarla senza vita: le sue grida hanno richiamato l’attenzione di un vicino di casa che è subito intervenuto chiamando il 112 al 118. All’arrivo dei soccorsi la padrona di casa era già deceduta.

L’appartamento è stato trovato in ordine e per questo motivo gli investigatori non escludono che la donna possa aver aperto la porta a qualcuno che conosceva. Sono state sentite alcune persone per chiarire i contorni della vicenda.

Redazione