Non ce l’ha fatta Antonella Russo, la moglie del Comandante dei Carabinieri della Compagnia di Bagnoli Gianluca Galiotta, coinvolta insieme al marito in un drammatico incidente stradale avvenuto domenica sera, intorno alle 20, a Pozzuoli (Napoli), che ha visto protagonista un sottufficiale sloveno in servizio alla Nato di Lago Patria, risultato positivo all’alcoltest e bloccato dalla folla dopo un tentativo di fuga.

La donna, 43 anni, è deceduta nella notte all’ospedale Santa Maria delle Grazie in seguito a una emorragia interna. Era arrivata in ospedale cosciente e, dopo essere stata sottoposta a un intervento chirurgico in seguito alle ferite riportate nell’incidente, era stata trasferita nel reparto di terapia intensiva. Non sono gravi le condizioni di Galiotta.

Secondo una prima ricostruzione degli agenti della polizia municipale, l’incidente è avvenuto lungo via Terracciano, all’incrocio con la zona denominata delle “Palazzine“. Antonella era in sella alla moto guidata dal marito carabiniere quando è stata centrata dalla Bmw X1 che, proveniente dal senso di marcia opposto, avrebbe improvvisamente svoltato a sinistra travolgendo i due motociclisti.

Dopo il violento impatto, il sottufficiale ha tentato la fuga ma è stato fermato da alcuni presenti. Sottoposto all’alcoltest, è risultato positivo. Aspetto questo che, dopo la denuncia per omicidio stradale, va ad aggravare ulteriormente la sua posizione.