La campagna di vaccinazioni in Campania nelle scorse ore è proseguita a tambur battente, senza sperchi di dosi e tempo prezioso. Ma ariva la prima battuta d’arresto: sono finite le dosi inviate alla regione.

“Ancora nella giornata di ieri la Campania ha raggiunto, con il 90%, la percentuale più alta d’Italia nella somministrazione dei vaccini. Oggi in tutte le aziende sanitarie si esauriscono le dosi consegnate alla nostra regione. Questa sera le aziende si fermano per mancanza di vaccini. È questo l’esito di una distribuzione fatta in modo sperequato nei giorni scorsi”. È questo l’allarme lanciato da Vincenzo De Luca che da tempo denunciava una disparità di trattamento tra le regioni.

“Ho segnalato il problema al commissario Arcuri, sollecitando un invio immediato – ha continuato De Luca nella nota –  Martedì dovrebbero arrivare nuove forniture, ed è necessario che questo avvenga, riequilibrando i nostri quantitativi. Così come è necessario e urgente l’invio di personale aggiuntivo per le vaccinazioni, per far fronte alla situazione di forte sottodimensionamento del nostro personale nella quale si sta lavorando”.

Alle 11 del 10 gennaio sono state somministrate in Campania 60.000 dosi, in giornata saranno ultimate le restanti 7.000. “Voglio ringraziare tutte le nostre strutture sanitarie per i risultati straordinari conseguiti pure in carenza di personale. La campagna vaccinale sarà nei prossimi mesi la nostra priorità, per portare la Campania fuori dall’epidemia e verso una vita normale”.

Redazione