A Venezia dopo la grande paura ora si contano i danni e mentre si moltiplica la solidarietà verso la città colpita il governo adotta un decreto con un impegno a 360 gradi per affrontare l’emergenza.  Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera alla dichiarazione dello stato d’emergenza per le aree del Veneto colpite dal maltempo. Per Venezia è stato disposto lo stanziamento di 20 milioni di euro per far fronte ai primi interventi che serviranno per i lavori più urgenti, a sostegno della città e della popolazione. Al lavoro per il piano per gli indennizzi a privati e commercianti e per rifinanziare la legge speciale per Venezia Il premier ha parlato, per questa prima fase, di 5 mila euro per i privati e 20 mila per gli esercenti. In un secondo momento si valuterà risarcimento per i danni più gravi in seguito a singole istruttorie. Sarà Elisabetta Spitz, ex direttore dell’Agenzia del Demanio, il super commissario per il Mose.  «Deve essere realizzato», dice Berlusconi nella città lagunare.