Venti milioni di euro per il primo ristoro dei danni, il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro nominato commissario straordinario e soprattutto la sospensione dei mutui per un anno. Sono le misure presenti nell’ordinanza firmata dal capo della Protezione Civile Angelo Borrelli in seguito all’emergenza per l’acqua alta a a Venezia. L’ordinanza, seguendo lo schema indicato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, prevede anche un primo rimborso da 5mila euro per i privati e 20mila euro per le aziende.

Per quanto riguarda le previsioni, per domani è già allarme per nuova allerta di marea eccezionale: il Centro maree del Comune di Venezia prevede per le ore 12.30 un picco di 160 centimetri. La previsione è aggravata dal fatto che i modelli di calcolo prefigurano per la laguna un’intera mezza giornata di marea oltre il metro. Il massimo di 160 è preceduto da un precedente di 130 centimetri alle ore 3.05 e da un “minimo” di 110 centimetri alle ore 6.50.

Alla mezzanotte di oggi la marea aveva già toccato una punta massima di 115 centimetri sul medio mare, un fenomeno classificato come molto sostenuto (codice arancio) e non eccezionale.

Redazione