Aggredita e rapinata sotto casa, mentre stava entrando nel palazzo, poco dopo le 18 di sera. E’ quanto avvenuto lunedì 6 dicembre a Pianura, periferia occidentale di Napoli, con la polizia del locale Commissariato che nel giro di poche ore avrebbe già stretto il cerchio intorno all’uomo autore del gesto, protagonista nelle ultime settimane di diversi episodi analoghi. Nelle prossime ore potrebbero arrivare ulteriori sviluppi.

La vittima è una donna, soccorsa dai residenti di via Parmenide, dove è avvenuta l’aggressione, prima di essere presa in cura dai sanitari del 118. Le sue condizioni non sarebbero gravi ma lo spavento è stato forte e l’allarme sicurezza, in un quartiere non nuovo a episodi del genere, torna prepotentemente a salire soprattutto a ridosso delle festività natalizie dove i malviventi entrano in azione approfittando delle tredicesime e perché spinti dalla necessità, fa male a dirlo, di trascorrere un Natale sereno a discapito delle gente onesta. Persone disposte a tutto, anche a rubare pochi spiccioli.

Un episodio quest’ultimo che ha generato polemiche sulla scarsa presenza delle forze dell’ordine in un quartiere che sfiora i centomila abitanti. Polizia e carabinieri, nonostante le precarie risorse a disposizione, provano a fare il possibile in una zona dove la microcriminalità, aggravata ancora di più dall’emergenza pandemia, è in preoccupante ascesa, così come in tanti altri luoghi della città partenopea.

Ma nelle scorse ore gli agenti, grazie anche alle immagini delle telecamere di videosorveglianza e alla testimonianze acquisite di recente, avrebbero già individuato il responsabile dell’aggressione culminata con uno scippo, la cui entità non è al momento quantificabile.

AGGIORNAMENTO – Donna inseguita sotto casa e colpita con il martello, preso scippatore seriale a Napoli: “E’ una bestia, violenza inaudita”

Sui social, tuttavia, non mancano commenti contro l’operato delle forze dell’ordine accusate di “perdere tempo a controllare il super green pass sui mezzi di trasporto pubblico, noi cittadini vogliamo più controlli contro questi delinquenti“. Alle polemiche altri residenti del quartiere rispondono con ironia: “Ricordo che prima del green pass ogni palazzo aveva una pattuglia…”.

Tornando ai controlli per il super green pass, entrato in vigore oggi (è indispensabile per viaggiare sui mezzi pubblici), sono state impiegate circa 400 unità delle forze dell’ordine all’uscita delle stazioni della linea della metropolitana di Napoli e sugli autobus. Nell’operazione sono impegnati 400 uomini della Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia locale. Le verifiche sono state effettuate prevalentemente alle uscite per evitare rallentamenti nel servizio pubblico di trasporto. I controlli, fanno sapere le forze dell’ordine, proseguiranno in maniera serrata anche nelle prossime ore.

Giornalista professionista, nato a Napoli il 28 luglio 1987, ho iniziato a scrivere di sport prima di passare, dal 2015, a occuparmi principalmente di cronaca. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa, ho frequentato la scuola di giornalismo e, nel frattempo, collaborato con diverse testate. Dopo le esperienze a Sky Sport e Mediaset, sono passato a Retenews24 e poi a VocediNapoli.it. Dall'ottobre del 2019 collaboro con la redazione del Riformista.