Emilio Rago aveva 58 anni. È morto il 4 dicembre all’ospedale Maria Santissima Addolorata di Battipaglia dove era ricoverato da qualche settimana per aver contratto il Coronavirus.

Rago aveva scoperto cinque anni fa di essere affetto da leucemia, come riportato dal Mattino. Con coraggio e perseveranza era riuscito a sconfiggere quel male terribile ma il Covid non gli ha lasciato scampo.

L’uomo ha lavorato per anni per le aziende del Gruppo Rago di Battipaglia, note per la produzione di ortaggi e rucola. Aveva una grande passione per l’equitazione che ha condiviso con tanti concittadini e amici che adesso piangono la sua partenza.

L’intera comunità di Battipaglia è stata scossa dalla notizia e sta inviando numerosi messaggi di cordoglio alla famiglia. “Oggi ci ha lasciato un amico ma nel vero senso della parola una persona meravigliosa che amava la vita”, scrivono. E ancora “Ammiravo la tua umiltà”, “continuerò a pensare che è in maeeo alla natura che amava tanto”. “Una Persona, una Famiglia esemplare senza dubbio alcuno.Che Dio aiuti i suoi cari in questo terribile momento. Un abbraccio fraterno a Lucio Rago”. “Mancherai molto caro amico”.

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.