Un aggiornamento improvviso e non previsto in mattina sulle condizioni di Silvio Berlusconi, l’ex premier e leader di Forza Italia ricoverato al San Raffaele di Milano perché positivo al Coronavirus. Dal primario Alberto Zangrillo, responsabile dell’Unità operativa di Terapia intensiva generale e cardiovascolare (oltre a medico personale del Cav, ndr) arriva una valutazione di “cauto ottimismo” sulle condizioni dell’ex presidente del Consiglio.

Zangrillo ha parlato infatti di “decorso  regolare con paziente tranquillo”, con Berlusconi che sta “reagendo in modo ottimale alle cure”, anche se “questo non vuol dire cantar vittoria, perchè appartiene alla categoria definita più fragile”.

Il professore ha infatti ribadito che attualmente “siamo sicuramente in una fase delicata”, pur ribandendo di potersi ritenere “soddisfatto nella cautela rigorosa”.