Ha percorso cinque chilometri contromano, e a forte velocità, sull’autostrada A6 Torino-Savona. È la follia commessa ieri, giovedì 4 novembre, da un autotrasportatore di nazionalità ucraina, poi fortunatamente bloccato dalla polizia stradale.

Il suo mezzo, a forte velocità, ha percorso il tratto che va dall’area di servizio di Priero fino al di Ceva, dove il tir è stato intercettato da una pattuglia della polstrada allertata dalle chiamate di numerosi automobilisti nel panico.

In un video, girato da un altro camionista che marciava nella giusta direzione di marcia, mostra l’altro autotrasportatore guidare come se nulla fosse, a circa 90 chilometri orari di velocità, procedendo contromano. “Va ai 90 km/h contromano, ma non ci credo!”, spiega la voce del camionista che sta riprendendo la scena e che più volte suona il clacson per richiamare l’attenzione del collega.

Per fortuna nei cinque chilometri percorsi contromano non si sono registrati incidenti, col tir ‘scansato’ dalle auto che procedevano nella corretta direzione di marcia.

Il camionista, un cittadino ucraino di 56 anni, ha spiegato agli agenti della polstrada di Mondovì che l’hanno fermato al casello di Ceva di aver sbagliato l’uscita dell’area di servizio per la stanchezza. Per lui è scattato ovviamente il ritiro immediato della patente, il fermo del camion per tre mesi e multa da 2 mila euro.

Avatar photo

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.