Rita Bernardini sarà ricevuta il 22 dicembre alle 11.30 dal Presidente Conte a Palazzo Chigi. Lo ha fatto sapere ieri in una nota la consigliera generale del Partito radicale e presidente di Nessuno tocchi Caino, la quale ha annunciato che fino alla data dell’incontro sospenderà il suo sciopero della fame, giunto ormai al 36esimo giorno, come atto di fiducia nei confronti del presidente del Consiglio.

Bernardini è in digiuno dal 10 novembre per chiedere al Governo di adottare urgentemente delle misure volte a ridurre la popolazione detenuta anche per frenare l’epidemia covid tra reclusi e operatori. Una iniziativa nonviolenta alla quale hanno aderito “a staffetta” quasi quattromila detenuti, numerose personalità tra cui Luigi Manconi, Sandro Veronesi, Roberto Saviano, oltre duecento giuristi e docenti di diritto penale, tra i quali Giovanni Fiandaca, e numerosi penalisti.

Intanto continuano ad aumentare i contagi in cella. Secondo i dati diffusi ieri dal Ministero della Giustizia sono 1030 i detenuti positivi al covid su una popolazione carceraria pari a 53.052 unità, il 92% dei positivi sono asintomatici. I casi di positività tra gli agenti sono 754.
Nel precedente report diffuso da via Arenula la scorsa settimana i detenuti positivi erano 958 su un totale di 53.294 presenze, 810 i poliziotti penitenziari.