Sono 9.630 i nuovi casi di coronavirus in Italia (ieri erano +13.452). I decessi odierni sono 274 (ieri erano +232), per un totale di 95.992 vittime da febbraio 2020. Le persone guarite o dimesse sono 10.335 quelle uscite oggi dall’incubo Covid (ieri +8.946). E gli attuali positivi — i soggetti che hanno il virus — risultano essere in tutto 387.903, pari a -992 rispetto a ieri (+4.272 il giorno prima).

I tamponi totali (molecolari e antigenici) sono stati 170.672 , ovvero 80.314 in meno rispetto a ieri quando erano stati 250.986. Il tasso di positività è 5,6% (l’approssimazione di 5,642%): vuol dire che su 100 tamponi eseguiti più di 5 sono risultati positivi; ieri era 5,3%.

Meno contagi in 24 ore rispetto a ieri. Un drastico calo di nuove infezioni si osserva ogni lunedì per effetto di pochi tamponi.  Il rapporto di casi/test sale al 5,6% dal 5,3% di domenica. Dal confronto con lunedì scorso quando sono stati comunicati +7.351 casi con un tasso di positività del 4,1% si nota che lo scenario non migliora, ma i casi sono sostanzialmente in linea con l’andamento delle ultime cinque settimane. Ci sono però diverse province che hanno avuto un forte aumento dei contagi: Bolzano è la più colpita con 591 casi ogni 100 mila abitanti; Pescara con 448; Bologna con 311; Brescia con 298; Ancora con 297; Trento con 288; Perugia con 277 e Rimini con 272. C’è una concentrazione nel quadrante Nord-Est con una parte del centro Italia, come Umbria e Marche. Le Regioni dove il numero è in aumento sono Emilia-Romagna (+1.847 casi), Lombardia (+1.491) e Campania (+ 1.202).

Le vittime sono meno di 300 per il terzo giorno consecutivo (+232 morti ieri e +251 il 20 febbraio). Non era mai successo nel 2021. Aumentano le degenze, ordinarie e non. I posti letto occupati nei reparti Covid ordinari sono +351 (ieri +79), per un totale di 18.155 ricoverati. I posti letto occupati in terapia intensiva (TI) sono +24 (ieri +31), portando il totale dei malati più gravi a 2.118. I cittadini vaccinati sono oltre 3,5 milioni quelli che hanno ricevuto la prima dose e più di 1,3 milioni quelli che hanno fatto il richiamo.

I casi regione per regione
Lombardia 580.771: +1.491 casi (ieri +2.514 ) con 17.871 tamponi
Veneto 327.016: +509 casi (ieri +718) con 10.314 tamponi
Campania 254.318: +1.202 casi (ieri +1.658) con 11.097 tamponi
Emilia-Romagna 247.856: +1.847* casi (ieri +1.852) con 12.312 tamponi
Piemonte 239.588: +639 casi (ieri +802) con 11.194 tamponi
Lazio 226.668: +854 casi (ieri +1.048) con 14.616 tamponi
Toscana 149.732: +911 casi (ieri +968) con 10.833 tamponi
Sicilia 149.402: +412 casi (ieri +411) con 18.558 tamponi
Puglia 140.802: +343 casi (ieri +758) con 4.161 tamponi
Liguria 75.910: +136 casi (ieri +266) con 3.438 tamponi
Friuli-Venezia Giulia 74.108: +145 casi (ieri +284) con 2.857 tamponi
Marche 63.856: +117 casi (ieri +488) con 1.047 tamponi
P. A. Bolzano 51.773: +183 casi (ieri +313) con 7.231 tamponi
Abruzzo 51.442: +351** casi (ieri +503) con 14.768 tamponi
Umbria 43.089: +97 casi (ieri +270) con 1.245 tamponi
Sardegna 40.765: +77 casi (ieri +33) con 25.403 tamponi
Calabria 36.704: +118 casi (ieri +170) con 1.312 tamponi
P. A. Trento 32.042: +60 casi (ieri +259) con 907 tamponi
Basilicata 14.886: +41 casi (ieri +65) con 624 tamponi
Molise 10.157: +83 casi (ieri +67) con 778 tamponi
Valle d’Aosta 7.978: +14 casi (ieri +5) con 106 tamponi