Per fare delle precise valutazioni scientifiche è ancora troppo presto, ma l’allarme è risuonato già a livello internazionale. Un ceppo del virus SarsCoV2 che combina le varianti Delta e Omicron è stato trovato a Cipro, isola al centro del Mediterraneo. 

A riferirlo è stato Leondios Kostrikis, professore di scienze biologiche all’Università di Cipro e capo del Laboratorio di biotecnologia e virologia molecolare. 

Come spiega l’agenzia Bloomberg, che cita le sue parole riportate in una intervista a Sigma TV Friday, Kostrikis ha sottolineato che “attualmente ci sono co-infezioni Omicron e Delta e abbiamo scoperto che questo ceppo è una combinazione di queste due varianti”.

Nuova variante che è stata chiamata ‘Deltacron’ proprio a causa dell’identificazione di firme genetiche simili a Omicron e Delta all’interno dei genomi, ha spiegato Kostrikis.

Quanto ai numeri, per ora sono ovviamente ancora bassi: il team del professore di scienze biologiche all’Università di Cipro ha identificato 25 di questi casi e l’analisi statistica mostra che la frequenza relativa dell’infezione combinata è maggiore tra i pazienti ricoverati in ospedale per Covid rispetto ai pazienti non ospedalizzati.

Kostrikis e il suo team hanno ovviamente inviato a Gisaid, il database internazionale che traccia i cambiamenti del virus, le sequenze dei 25 casi di Deltacron accertati sull’isola. “Vedremo in futuro se questo ceppo è più patologico o più contagioso o se prevarrà” su Delta e Omicron, ha affermato il ricercatore, sottolineando che, secondo lui, questo ceppo potrebbe essere sostituito anche dalla variante Omicron, altamente contagiosa.

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.