Enrico Letta fa il pari con il plebiscito ottenuto nell’assemblea elettiva che lo ha scelto come segretario del Partito democratico e spopola anche nei sondaggi tra gli elettori dem. Secondo la consueta elaborazione del lunedì di Swg per La7, a precisa domanda rivolta al bacino di sostenitori del Pd su quanto ritengano adeguato l’ex premier per il suo nuovo ruolo, il 75% si è espresso positivamente.

Nel dettaglio, per il 45% del campione Letta è “molto adeguato”, mentre per il 30% lo è “abbastanza”. “Poco” è l’opzione scelta dal 21% degli intervistati, mentre il 4% non ce lo vede “per niente” alla guida di quello che è tornato ad essere, dopo gli ultimi scossoni, il secondo partito d’Italia, almeno nelle intenzioni di voto.

La proiezione di Swg infatti ha anche stilato la classifica delle forze politiche, guidata come al solito dalla Lega. Il partito di Matteo Salvini guadagna addirittura 0,7 punti rispetto alla rilevazione della scorsa settimana, e si porta adesso al 24,2%.

La novità è dietro, nella “lotta” al secondo posto: il Pd, precipitato quarto dopo le dimissioni di Zingaretti, ritrova stabilità e guadagna lo 0,8%, portandosi adesso al 17,4% delle preferenze degli italiani. Terza posizione alla pari per Movimento 5 Stelle e Fratelli d’Italia, entrambi supportati dal 17% del campione. I grillini perdono 0,2 punti in 7 giorni, mentre Giorgia Meloni li guadagna.

Quinta forza del Paese si conferma Forza Italia, che perde mezzo punto e si attesta adesso al 6,5%, seguita da Azione che rileva lo stesso calo, portandosi al 3,2%. Italia Viva ancora più dietro, al 2,2%, staccata dello 0,2 da +Europa, al 2%, orfana dei leader Emma Bonino e Benedetto Della Vedova.

Napoletano, Giornalista praticante, nato nel ’95. Ha collaborato con Fanpage e Avvenire. Laureato in lingue, parla molto bene in inglese e molto male in tedesco. Un master in giornalismo alla Lumsa di Roma. Ex arbitro di calcio. Ossessionato dall'ordine. Appassionato in ordine sparso di politica, Lego, arte, calcio e Simpson.