“Questa amministrazione ha dimostrato che distruggerà la nostra democrazia se è quello che serve per vincere”. E’ uno dei passaggi più duri di Barack Obama, ex presidente Usa, durante la terza giornata di convention democratica, rigorosamente in videoconferenza. Il discorso di Obama è stato una delle più radicali condanne mai fatte a un presidente in carica da parte di uno dei suoi predecessori. Il tycoon, secondo Obama, ha trasformato la Sala Ovale “in un altro reality show che può usare per ottenere l’attenzione che desidera ardentemente”.

Da Obama è arrivato un appello agli elettori americani perché “è in gioco la nostra democrazia. “Dovete affrontare le vostre responsabilità come cittadini, affinchè i principi fondamentali della nostra democrazia resistano”, ha detto l’ex presidente durante il suo discorso.

Obama ha quindi smontato la propaganda trumpiana sulla crescita dell’economia: “Trump non ha fatto crescere l’occupazione perchè non sa farlo. E le conseguenze sono gravi”, ha detto l’ex presidente.

Quindi le lodi rivolti a Joe Biden e Kamala Harris, il ticket che il Partito Democratico Usa candiderà contro il presidente in carica. I due, secondo Obama, “si preoccupano profondamente per questa democrazia. Joe è diventato un fratello per me. Per otto anni, Joe è stato l’ultimo nella stanza con il quale parlavo prima di prendere una decisione importante – ha spiegato – Mi ha reso un presidente migliore e ha il carattere e l’esperienza per renderci un paese migliore”.

L’INCORONAZIONE DI KAMALA HARRIS – Nel terzo giorno di convention  Kamala Harris ha ricevuto ufficialmente la nomination per la vicepresidenza. E’ già nella storia: la senatrice 55enne è la prima donna di origini afroamericane a ricoprire questa carica. “Siamo tutti insieme in questa lotta. Io, Joe, tutti , insieme”, ha detto.

“La leadership fallita di Trump è costata vite umane e mezzi di sussistenza” nel corso della pandemia da coronavirus, ha aggiunto la Harris nel suo discorso, facendo poi un riferimento ai due temi caldi, razzismo e coronavirus. “Sia chiaro: non esiste un vaccino per il razzismo. Dobbiamo fare un lavoro”, ha detto la vicepresidente Dem.