Per combattere e non dimenticare gli orrori dei campi di concentramento nazista, nella giornata della memoria è utile ricordare un’incredibile storia d’amore. I protagonisti, David Wisnia e Helen Spitzer, si sono conosciuti e innamorati nel campo di concentramento di Auschwitz nel 1943. Entrambi ebrei, lui aveva 17 anni di origine polacca mentre lei ne aveva 25 ed era slovacca. I due “amanti di Auschwitz” sono entrambi sopravvissuti e si sono ritrovati dopo 72 anni a New York. La loro tenera ed incredibile storia è stata raccontata dal New York Times attraverso la testimonianza di David Wisnia, sopravvissuto di ormai 93 anni.

LA STORIA – David ha raccontato di aver incontrato di nuovo la sua amata “Zippi”, così chiamava Helen, ben 72 anni dopo il loro allontanamento forzato. I due, quando ancora si trovavano ad Auschwitz, pianificarono di stare insieme e si erano giurati amore eterno. Pur sapendo che erano in pericolo, si promisero di rincontrarsi se sopravvissuti all’orrore del lager. La promessa era quella di rivedersi a Varsavia al termine della guerra, invece i due amanti sono diventati entrambi americani e si sono rincontrati a New York nel 2016.

Entrambi riuscirono a salvarsi per il loro talento. David Wisnia, infatti, aveva una bellissima voce e fu ingaggiato per intrattenere i soldati tedeschi. Deportato nel campo di concentramento nazista di Auschwitz a soli 17 anni, riuscì a scampare alla morte grazie alla sua attitudine. Helen invece fu imprigionata nel 1943 a 25 anni, ma anche lei aveva una grande predisposizione grazie alla conoscenza del tedesco e della sua abilità nel disegno. Riuscirono ad avere una relazione segreta per diversi mesi, ma Wisnia fu trasferito nel campo di concentramento di Dachau nel 1944 lasciando così Auschwitz. La soprannominata Zippi, invece, fu una delle ultime donne a lasciare ancora viva Auschwitz e riuscì a raggiungere il primo campo che ospitava ebrei americani nella Germania occupata, dove incontrò e sposò il capo della polizia locale, Erwin Tichauer.

L’INCONTRO – Sia David che Helen si trasferirono negli Stati Uniti dove costruirono separatamente la propria famiglia e il proprio lavoro. David è stato il primo tra i due a venire a conoscenza del destino di Helen, infatti riuscì riuscì a sapere che il suo grande amore era sopravvissuta alla prigionia e che era emigrata nel Nord America. “Erano passati 72 anni dall’ultima volta che aveva visto la sua ex ragazza. Aveva sentito che era in cattive condizioni di salute, ma sapeva ben poco della sua vita”, riporta il New York Times. Solo dopo tutti quegli anni, quando ormai Helen era già debilitata, riuscirono ad incontrarsi a Manhattan nel 2016. L’anno scorso la donna è venuta a mancare a 100 anni, ma i due amanti sono riusciti a coronare il loro desiderio di ricongiungersi dopo la fine di Auschwitz.